Skip to content

Quando il potere si trasferisce con la forza: per un’analisi dei colpi di Stato

Informazioni tesi

  Autore: Luca Marturano
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi della Calabria
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della politica
  Relatore: Francesco Raniolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 296

I sistemi politici possono essere paragonati a delle grandi navi dirette verso una terra promessa. Il capitano e gli ufficiali sono le élites politiche che reggono il timone. L’equipaggio composto di marinai e passeggeri sono rispettivamente le strutture amministrative e la popolazione dei nostri sistemi politici. Allorquando la nave si trova in alto mare e senza terra visibile in lontananza, se il capitano non riesce a dominare la situazione, a trovare una rapida soluzione, può accadere che l’equipaggio e/o gli ufficiali stessi si ammutinano e depongano l’autorità del capitano.
L’ammutinamento su una nave dei diretti subordinati al potere del capitano, rappresenta la migliore metafora per descrivere il colpo di Stato: il capitano che non ha saputo portare la nave in porto viene deposto in modo illegale dagli altri membri componenti la nave al fine di trovare una rapida soluzione al problema, prima che la nave affondi.
Ciononostante, come vedremo nella nostra analisi, il colpo di Stato può essere mosso per diverse ragioni e per diversi fini, cosicché può anche verificarsi il caso che il capitano fucili gli ufficiali ad esso ostili e decida improvvisamente di cambiare rotta, violando la ragione del suo incarico; oppure può anche succedere che la nave pur viaggiando senza alcun problema di particolare rilievo, cambi improvvisamente timoniere perché il capitano ad esempio non riesce a soddisfare i “vizi” degli ufficiali.
Il colpo di Stato è sostanzialmente una presa violenta del potere che può riguardare tanto chi governa la nave, tanto chi esegue le decisioni del comandante.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 PREMESSA «Giustizia e ingiustizia non sono facoltà né del corpo né della mente. Se lo fossero, potrebbero trovarsi in un uomo che fosse solo al mondo, allo stesso modo delle sue sensazioni e delle sue passioni. Sono qualità relative all’uomo che vive in società e non in solitudine. A questa medesima condizione consegue anche che non esiste né proprietà, né dominio, né distinzione tra mio e tuo, ma appartiene ad ogni uomo tutto ciò che riesce a prendersi e per tutto il tempo che riesce a tenerselo.» Thomas Hobbes, Il Leviatano. Questo lavoro tratta del colpo di Stato, delle sue cause e delle sue conseguenze sul sistema politico. Noi cittadini dell’Unione Europea siamo abituati a immaginare, e naturalmente a “toccare con mano”, il ricambio della classe politica avvenire secondo il modello tipico delle elezioni libere, ricorrenti e corrette. Le nostre categorie mentali non sono abituate alle rivoluzioni di palazzo, a soldati che irrompono nella residenza presidenziale e che arrestano o addirittura uccidono il presidente, così come avvenuto per esempio in alcuni paesi dell’America Latina. La violenza politica ha caratterizzato, e caratterizza, le società dell’ Europa occidentale ma non è più intenzionalmente cercata dagli attori governativi. 1 E altresì i militari non intervengono con successo in politica dal 25 Aprile del 1974, quando in Portogallo i pretoriani deposero il dittatore Marcelo Caetano portando, seppur inconsapevolmente, all’instaurazione della democrazia (cosa alquanto rara per un golpe militare). Gli attori politici della nostra e antica Europa sono cresciuti e vissuti in democrazie 1 F. Raniolo, La partecipazione politica, Il Mulino, Bologna, 2002, p. 160, analizzando la violenza politica dal punto di vista del fenomeno partecipativo, afferma: “La violenza è un fenomeno universale delle società umane. La violenza politica, nello specifico, consiste nell’uso deliberato per ragioni politiche della forza fisica contro cose o persone.[…] Ancora, la violenza può essere l’esito casuale o, per contro, il prodotto di una radicalizzazione del conflitto politico, ma non è detto che ciò debba verificarsi sistematicamente.”

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

democratizzazione
colpo di stato
neoistituzionalismo
poteri neutrali
pretorianesimo
regimi militari
instabilità politica
regimi in sud america
alta partecipazione politica
costruzione nuovo stato
militari e politica
colpo di stato politico

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi