Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Comunicare l'impresa con la cultura: relazioni virtuose e scenari competitivi

Due realtà profondamente diverse, per vocazione e sensibilità, come quella im-prenditoriale e quella culturale, possono dialogare tra loro ed eventualmente collaborare, in un’ottica di reciproco interesse?
In più, tali collaborazioni possono davvero essere appetibili per le imprese in un momento storico come quello attuale di profonda recessione, la cui portata ha ri-chiamato alla memoria le conseguenze di un tristemente noto Giovedì Nero, di settant’anni fa ?
Queste sono soltanto alcune delle domande che hanno spinto chi scrive ad appro-fondire l’ analisi delle dinamiche che possono qualificare la collaborazione tra il si-stema imprenditoriale ed il comparto culturale, argomento molto complesso alla luce dello scenario competitivo attuale: l’ instabilità economico-finanziaria degli ultimi anni ha sensibilmente contribuito ad una generale stasi dei mercati mondiali, aggravato da un senso di incertezza e di sfiducia da parte dei consumatori che non ha risparmiato neppure le imprese.
È esattamente questa la premessa concettuale che dimostra, quanto l’ attuale contesto storico possa costituire terreno fertile per la ricerca di nuovi significati ed inedite associazioni tali da qualificare positivamente le imprese, rendendole realmente aperte a contaminazioni con realtà anche profondamente differenti, ma non per questo inconciliabili. In quello che si mostra come un vero e proprio processo di significazione, si analizzerà il ruolo critico che può essere rivestito proprio dalla leva culturale, con il suo ampio bagaglio di associazioni e contenuti, che può ulteriormente qualificare l’ im-presa, permettendole di definire e presentare se stessa su di un mercato sempre più globale, dove la necessità di associare ad un brand dei forti valori identitari costituisce ormai una necessità.

Mostra/Nascondi contenuto.
COMUNICARE L’IMPRESA CON LA CULTURA: RELAZIONI VIRTUOSE E SCENARI COMPETITIVI 6 INTRODUZIONE Due realtà profondamente diverse, per vocazione e sensibilità, come quella imprenditoriale e quella culturale, possono dialogare tra loro ed eventualmente collaborare, in un‟ottica di reciproco interesse? In più, tali collaborazioni possono davvero essere appetibili per le imprese in un momento storico come quello attuale di profonda recessione, la cui portata ha richiamato alla memoria le conseguenze di un tristemente noto Giovedì Nero, di esattamente settant‟anni fa 1 ? Queste sono soltanto alcune delle domande che hanno spinto chi scrive ad approfondire l‟ analisi delle dinamiche che possono qualificare la collaborazione tra il sistema imprenditoriale ed il comparto culturale, argomento molto complesso alla luce dello scenario competitivo attuale: l‟instabilità economico-finanziaria degli ultimi anni ha sensibilmente contribuito ad una generale stasi dei mercati mondiali, aggravato da un senso di incertezza e di sfiducia da parte dei consumatori che non ha risparmiato neppure le imprese. Per cui, accanto alle iniziative di tipo tattico, volte cioè ad interventi a breve termine, che agiscano soprattutto sui rendiconti ed i bilanci finanziari, si ripropone per le organizzazioni la necessità di dare ampio spazio ad un approccio strategico, in grado di qualificare l‟ attività imprenditoriale e connotarla positivamente per generare valore nel lungo periodo. In linea con questo approccio, ciò che sembra si stia affermando nell‟attuale situazione del mercato è la necessità di innovare, e definire nuove strade per mantenere e accrescere la competitività, in una congiuntura così delicata, nella quale può avere successo solo chi proporrà e perseguirà una gestione attenta delle risorse, volta a 1 Il riferimento è alla crisi economica scoppiata nel 1929, con il crollo della borsa di New York, che , a partire dagli Stati Uniti, si diffuse velocemente in tutti i principali mercati mondiali con tragiche conseguenze per l‟ economia globale dei decenni immediatamente successivi.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Eleonora Balsamo Contatta »

Composta da 254 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1573 click dal 29/11/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.