Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Giustizia sociale e approccio delle capacità in Martha Nussbaum

La mia tesi di laurea triennale ha voluto ripercorrere il pensiero della filosofa politica contemporanea Martha Nussbaum attraverso la lettura e l'analisi delle sue opere più importanti. In particolare, vengono esposti e riportati quelli che, a detta della filosofa, rappresentano i tre principali problemi di giustizia sociale al giorno d'oggi e che purtroppo spesso vengono trascurati: la giustizia per le persone affette da disabilità fisiche, la giustizia transnazionale e la giustizia verso gli animali non umani

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Martha Nussbaum è una delle voci più autorevoli e significative all'interno del paradigma delle teorie della giustizia, inaugurato da John Rawls con il suo A Theory of Justice (1971) 1. Eccellente studiosa di filosofia antica, come emerge dai suoi lavori su Aristotele e sull'etica classica (v., in particolare, Aristotle's De Motu Animalium, 1978 e The Fragility of Goodness: Luck and Ethics in Greek Tragedy and Philosophy, 1986), la Nussbaum unisce alla finezza filosofica l'ambizione di produrre una teorizzazione politica capace di incidere nella realtà e di fornire risposte soddisfacenti a problemi concreti. La filosofia pratica di Martha Nussbaum è anche il frutto del suo notevole impegno nella partecipazione a programmi di sostegno alle capacità delle donne nei paesi in via di sviluppo, e in particolare in India. Ricercatrice, dal 1986 al 1993, presso il World Institute for Development Economics Research , dell ’Universit à delle Nazioni Unite, la filosofa americana è da tempo coinvolta nella preparazione dei "Rapporti sullo sviluppo umano" del Programma di sviluppo delle Nazioni Unite. Lo scopo del presente lavoro è quello di offrire una presentazione della teoria della giustizia della Nussbaum alla luce dei temi da lei sviluppati in Women and Human Development. The Capabilities Approach (2001) e del recentissimo Frontiers of Justice. Disability, Nationality, Species Membership (2006). Un'opera quest’ultima in cui sono affrontati tre problemi di giustizia sociale che, secondo l'autrice, risultano irrisolti o trascurati anche dalle teorie di giustizia più valide attualmente in circolazione: la giustizia per le persone con disabilità fisiche e mentali, la giustizia oltre i confini nazionali e la giustizia per gli animali non umani. Pur riconoscendo l'interesse delle dottrine del contratto sociale, a cominciare da quella di John Rawls – a suo avviso senz'altro la migliore tra le teorie della giustizia che oggi abbiamo a disposizione –, la Nussbaum si propone 1Cfr. S. Veca, La filosofia politica , Laterza, Bari 2005 (I 1998), p. 34. 4

Diploma di Laurea

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Federica Murolo Contatta »

Composta da 78 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4179 click dal 07/11/2011.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.