Skip to content

Tutela dei diritti umani e delle libertà fondamentali in Turchia come presupposti per l'ingresso nella UE. Il caso della minoranza curda.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Marongiu
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Sassari
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Editoria, comunicazione multimediale e giornalismo
  Relatore: Rodolfo Ragionieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 176

Un'analisi socio-politica del Paese Turchia, dalla nascita della Repubblica all'attuale governo dell'AKP di Erdogan, focalizzando l'attenzione sulla tutela dei diritti umani e sul rispetto delle libertà fondamentali. Si analizza il grande processo riformistico messo in atto nel Paese per cercare di uniformarsi ai parametri europei, in vista della possibile annessione di Ankara all'Unione Europea, con particolare attenzione ai progressi registrati in materia di tutela delle minoranze etnico-religiose, diritti umani e libertà di espressione, associazione e stampa. La parte finale è dedicata allo studio specifico dell'annosa questione curda, cercando di capire come il governo attuale sta cercando di affrontare il problema del separatismo curdo, ancora drammaticamente attuale nel Paese anatolico.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione “Il Paese più occidentale dell’oriente e il più orientale dell’occidente” Con queste parole il poeta inglese Lord Byron definiva la Turchia, una frase che penso possa incarnare esattamente quella che è la natura e l‟identità di quel pezzo di mondo. Non mi ero mai interessato alla storia e alla cultura del Paese anatolico, le mie poche conoscenze in materia erano da riferirsi all‟ambito sportivo, specie calcistico, dove le squadre turche sono abbastanza conosciute e competono da anni ad alti livelli nelle coppe europee. Negli ultimi anni ero a conoscenza della concreta possibilità per Ankara di poter fare il suo ingresso nella Unione Europea, anche se non immaginavo che i contatti e le trattative per concretizzare l‟adesione andassero avanti da così tanto tempo e con tali difficoltà e lentezza. L‟idea di scrivere una tesi di laurea sulla Turchia e sul suo processo di adesione all‟Europa unita, è nata dalla lettura, quasi fortuita, di un articolo di cronaca riferito al Paese anatolico. A Kahta, una cittadina di 68 mila abitanti nella remota provincia di Adiyaman, è stata uccisa una ragazza di 16 anni, Medine, con l‟assurda colpa di frequentare un ragazzo, cosa categoricamente vietata in questa zona della Turchia 1 . Il fatto di cronaca è avvenuto nel dicembre del 2009 e Katha, come ho poi avuto modo di approfondire nei miei studi, è situata nella zona sud-orientale del Paese, quella abitata prevalentemente dalla minoranza curda ed anche quella più arretrata e sottosviluppata, dove la mentalità islamica conservatrice è fortemente radicata nel vivere quotidiano e un delitto assurdo come quello di Medine acquista gli agghiaccianti connotati della normalità. La giovane adolescente è stata sepolta viva in una fossa larga un metro e profonda un metro e mezzo, ricavata nel pollaio sito nel cortile della povera casetta familiare. Aveva le mani legate e le braccia alzate, c‟era terra nella trachea e nei polmoni, prova concreta che la giovane respirava ancora quando il suo assassino la ricopriva di terra in quella buca. La cosa più toccante in questo delitto, già alquanto efferato di suo, è che a seppellire viva Medine sono stati il nonno e il padre, che hanno poi confessato di essere stati costretti a farlo perché la giovane frequentava un ragazzo di nascosto, senza il consenso familiare e in giro erano stati visti assieme. 1 I. Vitelli, Medine, 16 anni, sepolta viva, Vanity Fair, n.20, 26 maggio 2010.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

turchia
libertà di espressione
libertà di stampa
diritti umani
kurdistan
libertà fondamentali
pkk
minoranza curda
akp
erdogan
adesione alla ue

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi