Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il sistema di registrazione della proprietà immobiliare in Cina: quale modello?

L’adozione diffusa a livello mondiale dei sistemi di registrazione del diritto di proprietà sul suolo, suggerisce che questo è stato un trend globale nella legislazione sulla proprietà immobiliare.
Non solo le “Capacity Building Guidelines” delle Nazioni Unite hanno affermato che questi sistemi verranno adottati su scala globale, ma anche la Banca Mondiale si è fatta promotrice di questo processo, facendo presagire che questo trend, continuerà in futuro. I meccanismi di pubblicità immobiliare, presenti in quasi tutti i sistemi civili di civil law e di common law, rispondono alle esigenze di agevolare la circolazione della proprietà dei beni immobili, garantire la certezza degli acquisti e la tutela dei diritti di proprietà. I differenti modelli riflettono l’evoluzione delle modalità di trasferimento nei rispettivi ordinamenti e indicano le soluzioni accolte rispetto al conflitto fra norma e sostanza. Le radici assai lontane dei diversi ordini giuridici risentono delle condizioni storiche, là dove un sistema di pubblicità delle situazioni di appartenenza non era pienamente realizzabile in assenza di una qualche forma di «accatastamento» dei beni immobili. Le società moderne hanno riconosciuto questa esigenza e, nel tentativo di colmare la relativa lacuna, hanno predisposto gli strumenti necessari alla diffusione delle informazioni. Le distanze tra la Cina e il mondo occidentale, tra la fine del secolo scorso e gli inizi di quello presente, si sono ridotte fortemente sotto la spinta di fattori e interessi di natura principalmente industriale, commerciale e finanziaria. Con il processo di globalizzazione dei mercati, e nella fase di modernizzazione, si è determinata in Cina, sia all’interno del paese sia sul piano delle sue relazioni internazionali, l’esigenza di una più estesa “giuridicizzazione” dell’ordine economico-sociale. Il diritto cinese moderno appare come un diritto in formazione, in cui assume rilevanza il problema del diritto come prodotto d’importazione, ovvero costruito attraverso dei processi di adozione-adattamento di modelli stranieri, tipici nei paesi alle prese con esigenze di rinnovamento del proprio sistema normativo nei settori più legati al fenomeno della globalizzazione dei mercati. Le influenze straniere sulla vigente legislazione cinese sono, in molti casi, da ricondurre a modelli sia di civil law, sia di common law, e si riscontra da più parti la compresenza di elementi dell’uno e dell’altro sistema di diritto occidentale.
L’intesa raggiunta sui diritti di proprietà, con l’approvazione della Legge sui diritti reali il 16 marzo 2007, rappresenta un passaggio fondamentale per l’adozione di un codice civile unificato, ma soprattutto uno “strumento bussola” con il quale orientarsi per ricostruire il modello di pubblicità immobiliare codificato nell’ordinamento cinese.

Mostra/Nascondi contenuto.
7 Introduzione L’adozione diffusa a livello mondiale dei sistemi di registrazione del diritto di proprietà sul suolo, suggerisce che questo è stato un trend globale nella legislazione sulla proprietà immobiliare. Non solo le “Capacity Building Guidelines” delle Nazioni Unite hanno affermato che questi sistemi verranno adottati su scala globale, ma anche la Banca Mondiale si è fatta promotrice di questo processo, facendo presagire che questo trend, continuerà in futuro 1 . La suddivisione dei vari sistemi di registrazione in tre gruppi internazionali, vede la Cina muoversi nell’area del cosiddetto “German System” 2 . Le distanze tra la Cina e il mondo occidentale, tra la fine del secolo scorso e gli inizi di quello presente, si sono ridotte fortemente sotto la spinta di fattori e interessi di natura principalmente industriale, commerciale e finanziaria. Con il processo di globalizzazione dei mercati, e nella fase di modernizzazione, si è determinata in Cina, sia all’interno del paese sia sul piano delle sue relazioni internazionali, l’esigenza di una più estesa giuridicizzazione dell’ordine economico-sociale 3 . Il diritto cinese moderno appare come un diritto in formazione, in cui assume rilevanza il problema del diritto come prodotto d’importazione, ovvero costruito attraverso processi di adozione- adattamento di modelli stranieri, tipici nei paesi alle prese con esigenze di rinnovamento del proprio sistema normativo nei settori più legati al fenomeno della globalizzazione dei mercati. Le influenze straniere sulla vigente legislazione cinese sono, in molti casi, da ricondurre a modelli sia di civil law, sia di common law, e si riscontra da più parti la compresenza di elementi dell’uno e dell’altro sistema di diritto occidentali. Il verbo «comparare», dal latino comparare (accoppiare, mettere alla pari: composto da cum, «con», e par, «pari»), significa, innanzi tutto, definire gli oggetti messi a confronto, pur tra loro differenti, assumendone (sulla base di criteri quantitativi, qualitativi, funzionali e, comunque, idonei a esprimerne) la (una) 1 UNITED NATIONS – Commissione Economica per l’Europa , Land Administration Guidelines – With Special Reference to Countries in Transition, New York & Geneva, 1996, pp. 15-18; BYAMUGISHA F.F.K. , The Effects of Land Registration on Financial Development and Economic Growth : A Theoretical and Conceptual Framework, World Bank Policy Research Working Paper No. 2240, Novembre 1999. 2 I tre gruppi internazionali riconosciuti sono: Torrens System, English System, German System, cfr. SIMPSON S.R. , Land Law and Registration, Cambridge, 1976, p. 77; sull’appartenenza della Cina al German System cfr. PEI C. , Real Estate Law in China, Hong Kong, 1998, p. 120. 3 MOCCIA L. , Il diritto in Cina, Tra ritualismo e modernizzazione, Torino, 2009, p. 210.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Marco Biagetti Contatta »

Composta da 307 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 950 click dal 18/11/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.