Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Fondi sovrani: investimenti diretti esteri o investimenti di portafoglio?

Il lavoro descrive un fenomeno, quello dei fondi sovrani, che è divenuto di dominio pubblico solamente nella seconda metà del primo decennio del XXI secolo.
La trattazione riguarda l'evoluzione nel tempo dei fondi sovrani a partire dal primo creato negli anni Cinquanta fino all'esplosione della loro attività in questi ultimi anni e al loro successivo calo in corrispondenza dell'avvio della crisi finanziaria, in particolare quella subita da Dubai.
Il dubbio che propongo riguarda la connotazione degli investimenti effettuati dai fondi sovrani (investimenti diretti esteri o investimenti di portafoglio) e quello tali investimenti comportano nei confronti delle aziende in cui i fondi sovrani investono e degli stati nei quali tali investimenti sono effettuati.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente elaborato è stato sviluppato al fine di descrivere ed approfondire un nuovo fenomeno, comparso sullo scenario finanziario internazionale già a partire dai primi anni Cinquanta in Kuwait e nelle allora isole Gilbert, oggi Kiribati, e diffuso in maniera veramente considerevole solamente in questa seconda metà del primo decennio del XXI secolo, i fondi sovrani. Lo svolgimento ha seguito un preciso filo conduttore che ha riguardato gli investimenti esteri, considerati come l’origine ed il precursore dei suddetti fondi sovrani: il primo capitolo illustra come gli investimenti esteri si sono evoluti nel tempo e descrive le numerose teorie formulate con lo scopo di interpretarli. Il nesso tra investimenti esteri e fondi sovrani è, quindi, rappresentato da quel tipo di imprese che fondano la loro attività principali su rapporti economici con i paesi esteri, ossia le multinazionali, e da quegli enti che, appunto, investono sui mercati finanziari internazionali, ovvero i fondi di investimento. Poi, nel secondo capitolo, sono stati approfonditi i fondi sovrani presenti nella realtà finanziaria mondiale, suddividendoli per macro aree concettuali e cercando di comprendere le loro reali intenzioni riguardo le strategie di investimento, gli obiettivi da ottenere e le regole disciplinari rispettate nella gestione. Infine, è stata affrontata la questione degli investimenti diretti esteri contrapposti a quelli di portafoglio, come strumento principale utilizzato dai fondi sovrani nella propria attività, nel tentativo di cogliere intenti di tenore geopolitico rispetto a motivazioni esclusivamente di redditività. 5

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Andrea Semprini Contatta »

Composta da 176 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1146 click dal 30/04/2013.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.