Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Approccio tematico nell'insegnamento CLIL: Unità di apprendimento Geometria-Inglese

In questa saggio intendo dimostrare come sia possibile insegnare CLIL attraverso un approccio tematico. Il lavoro che illustrerò costituisce il risultato di un’esperienza appena conclusa quest’anno scolastico. Si tratta di un’Unità di apprendimento realizzata attraverso un Modulo di Geometria - Inglese sui triangoli, parte integrante di un progetto CLIL, che coordino nel Liceo scientifico "Asproni" di Iglesias dove insegno e che ha per tema "I castelli".
Il materiale didattico creato per questa Unità costituisce il primo di tre Moduli del progetto, gli altri due sono: un Modulo di Storia-Inglese e un terzo Modulo di Storia dell’Arte - Inglese.
Le classi coinvolte nel progetto sono una 1a e una 3a. Il Modulo di Geometria- Inglese che presenterò qui è stato progettato per la 1a classe, in questa classe, infatti, si affronta lo studio dei triangoli, essendo questi alla base della progettazione di edifici, non ultimi appunto i castelli. Il livello di QCRE di questa classe è il livello B (Autonomia), in particolare il B1- Livello intermedio o "di soglia”.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 2. UNITÀ DI APPRENDIMENTO: MODULO CLIL GEOMETRIA-INGLESE 2.1 Metodologia : presentazione dei contenuti L’insegnante di Matematica introduce in italiano l’argomento nella parte centrale del Primo Quadrimestre. Il materiale di studio è stato tratto dal libro di testo M. Bergamini- A. Trifone- G. Barozzi, Geometria, Zanichelli, in adozione nella scuola. Gli argomenti di geometria affrontati hanno riguardato i tipi di triangoli, la classificazione dei triangoli, le formule , i teoremi e i postulati principali sui triangoli. In questa prima fase, il mio ruolo è consistito nel riprendere gli argomenti in inglese adattandoli al testo italiano. Il testo che ho utilizzato per fare ciò è stato tratto e adattato da wikipedia 1 . Il testo è stato semplificato al fine di rendere più comprensibile l’input (cf. Coonan Modulo1.3., CLIL: Apprendere in L2, p.11). Il testo scelto è di tipo descrittivo e contiene un linguaggio e una sintassi semplici. Un altro aspetto importante, che è stato monitorato durante il Modulo, è stata la motivazione, che rappresenta un elemento determinante nel processo di apprendimento-acquisizione. 2 2.2 Metodologia : tempistica e organizzazione della lezione La tempistica delle lezioni ha tenuto conto delle esigenze didattiche di ciascun docente. Sono state effettuate tre session pomeridiane di due ore ciascuna. Le lezioni sono state di tipo partecipativo e centrate sullo studente, vale a dire che lo studente è al centro del processo di apprendimento, le attività sono state di gruppo e/o in coppia e al loro termine ogni gruppo ha riportato all’intera classe il proprio lavoro. In queste attività è adottato il cooperative learning, differenziando i ruoli degli “attori” di ciascun gruppo: leader, timer, writer, speaker. 2.3 Obiettivi di apprendimento:  sviluppare competenze disciplinari in matematica e in inglese  produrre conoscenza negli studenti attraverso operazioni cognitivi  capire e produrre in inglese argomenti di geometria  essere in grado di tematizzare e concettualizzare argomenti 1 http://en.wikipedia.org/wiki/Triangle 2 Krashen nel suo celebre lavoro, Principles and Practice in Second Language Acquisition, parla di filtro affettivo, nel quale individua tre categorie affettive: motivazione; fiducia di sé; ansietà. Egli inoltre teorizza che un filtro affettivo alto produce una bassa motivazione:immagine di sé negativa, alto livello di angoscia rispetto alla LS, e ciò impedisce il processo di acquisizione. È necessario quindi abbassare il filtro affettivo per ottenere un livello ottimale di apprendimento-acquisizione.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Gian Paolo Casula Contatta »

Composta da 26 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3864 click dal 14/11/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.