Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il Target Costing nell'economia d'Impresa

La tesi, si propone di analizzare in termini teorici ed operativi il Target costing, strumento di strategic cost managment. Il lavoro si divide in 3 parti: la prima, presenta un'analisi storico-economica dell'evoluzione degli scenari competitivi e parallelamente dell'evoluzione degli strumenti di costing, a partire dal cost accounting, passando per il cost managment, fini a giungere ai nostri giorni e alla diffusioni dei moderni strumenti di strategic cost managment. La seconda parte, si concentra sull'anallisi del Target Costing: individuati i suoi punti di forza, questi vengono evidenziati lungo tutte le fasi del processo; per sottolineare la complessità ma allo stesso tempo il virtuosismo dello strumento, vengono brevemente introdotti strumenti trasversali che ne permettono una corretta implementazione quali la Value Engineering e il Kaizen Costing. La terza parte analizza in 2 casi pratici la modalità applicativa della metodologia; in entrambi i case studies riportati, il metodo viene impiegato con successo. In conclusione, si evidenzia come il tessuto imprenditoriale italiano, costituito per lo più da PMI, non costisce terreno fertile per l'applicazione dello strumento; questo allo stesso tempo costituisce un invito per l'imprenditorialità ad aprire gli occhi verso i nuovi strumenti gestionali; se ne avvantaggerebbero in termini di competitività sui mercati globali.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Secondo quanto affermato dalla “Contingency Theory”, la contabilità dei costi è un abito su misura che ogni azienda deve progettare sulla base della propria storia, della propria struttura e delle proprie esigenze informative. Ogni sistema di contabilità dei costi, riflette pertanto il soggetto economico che lo adotta e deve inoltre essere coerente con l'ambiente esterno di riferimento. L'evoluzione degli scenari competitivi, ha originato mutamenti qualitativi e quantitativi dei fabbisogni conoscitivi legati all'analisi dei costi: la loro misurazione ed elaborazione, diviene fonte informativa insostituibile e condizione fondamentale per la competitività e per la sopravvivenza delle imprese. La complessità aziendale, rende manifesti i limiti dei tradizionali sistemi di cost accounting; questi infatti difficilmente forniscono informazioni utili e tempestive per il controllo di gestione, la valutazione dei costi di prodotto e la valutazione dei risultati, perciò mal si prestano alla gestione strategica di impresa. È inevitabile che in questa mutevole era industriale, in cui regna sovrana la propensione al cambiamento tecnologico e in cui la concorrenza si sposta sui mercati globali, si assiste al prepotente emergere di nuove tendenze gestionali ed organizzative. In questo quadro, per l'impresa è indispensabile manifestare elevata flessibilità, dimostrandosi in grado di saper implementare i nuovi modelli, rispondendo con prontezza ad un ambiente che è cambiato e che sta ancora cambiando; in questo processo giocano un ruolo da protagonista il management aziendale, ma anche ogni altro soggetto aziendale appartenente a qualsivoglia livello gerarchico: solo con una forte collaborazione e con un buon livello di diffusione degli obiettivi strategici a livello interaziendale, l'impresa sarà in grado di implementare con successo le nuove metodologie di costing, nonché i nuovi modelli organizzativi. Molto stretti appaiono i collegamenti esistenti tra percorsi strategici delle imprese e strumenti di gestione dei costi; pertanto, è comprensibile l'etimologia del termine Strategic Cost Management, filone di studi inaugurato in occasione della crescente rilevanza strategica acquisita dall'analisi dei costi. In questo ambito, particolarmente significativa è la metodologia organizzativa e gestionale del Target Costing: lo strumento, con un forte orientamento al mercato, si propone di definire già in sede di pianificazione e progettazione di un nuovo prodotto, un costo obiettivo, coerente con le caratteristiche strutturali operative dell'impresa e tale da assicurare un determinato margine di profitto. Il Target Costing, strumento di Strategic Cost Management, è in grado di fornire una risposta

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Francesca Angelelli Contatta »

Composta da 79 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4229 click dal 24/11/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.