Skip to content

There will be the american dream - il cinema di Paul Thomas Anderson

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Addonizio
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi Roma Tre
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze e tecnologie delle arti figurative, musica, spettacolo e moda
  Relatore: Christian Uva
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 95

Nell’avvolgente e convincente prologo di Magnolia – in cui vengono narrate tre vicende dominate da coincidenze al limite dell’inverosimile – il regista, Paul Thomas Anderson, dichiara come sottotraccia ciò che è la chiave di lettura principale di tutto il film: la rete di legami che unisce i personaggi, con le loro storie e complicate relazioni, spesso fortuite, descritte dai movimenti della macchina da presa e dal ritmo del montaggio. Il pathos dell’esistenza è reso magistralmente nell’”unione musicale” : è “Wise Up” di Aimee Mann, il filo rosso che li collega. In una nota sequenza, tutti i personaggi cantano alcuni versi della canzone ed “ è infatti da questo momento che i nove dannati della saga andersoniana trovano la forza ed il coraggio di agire, nel bene o nel male, di diventare artefici del proprio destino” . Quest’ultima sequenza è fusione di musica e immagini che arriva quasi a sfociare nel musical e riesce a comunicare molto più di un dialogo ben scritto e ben recitato. Magnolia è paradigma di tutta l’opera andersoniana: il film racchiude e racconta temi e tipi di personalità ricorrenti nel cinema di Anderson, come la paternità mancata (Sydney –Hard Eight , Il Petroliere – There Will Be The Blood), la frustrazione derivante da un ambiente familiare ossessivo e possessivo (Boogie Nights e Ubriaco d’Amore – Punch Drunk Love), il rapporto con il passato, il caso, e la ricerca della felicità. Tutti gli eroi (o meglio, gli “antieroi”) andersoniani sono affetti da un infantilismo che li protegge dal passato e dai suoi traumi segno di un’innocenza perduta troppo presto. Il loro obiettivo è raggiungere il Sogno Americano (fama, successo, soldi e quindi felicità) che in realtà si rivela per quel che è: una menzogna in cui, al posto dell’armonia, della serenità e della forza ci sono solo solitudine, dolore e sangue (notevole è il finale de Il petroliere ovvero una parabola discendente di Plainview paragonabile a quella di Kane in Quarto Potere). E’ questa la tematica su cui si vorrebbe concentrare la mia tesi: appunto, la distruzione del Sogno Americano e la tentata ricerca dell’eroe andersoniano (dalla personalità fragile e insicura, in apparenza ribelle, simbolo delle contraddizioni dell’animo umano) della felicità. Ripercorrendo la filmografia del regista, analizzando i suoi film e le sequenze più importanti, si seguirà il cammino dei suoi personaggi, considerati da Anderson, “amici” , e universalmente uomini. Amore per la vita, dunque. Vita = cinema come affermava Pasolini che definiva la Settima Arte come un continuo ed infinito piano sequenza. Ed è proprio il piano sequenza la soluzione registica prediletta da Anderson: suggestivo e acrobatico è il long take con cui si apre Boogie Nights. Anderson osserva e descrive la vita e la ricerca del Sogno dei suoi personaggi. Li segue fino alla distruzione del Sogno e alla presa di coscienza che la felicità non è utopica (lo è solo se assimilata alla fama e al successo) ma è raggiungibile, forse, con l’amore (Punch Drunk Love).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE «Let everything that's been planned come true. Let them believe. And let them have a laugh at their passions. Because what they call passion actually is not some emotional energy, but just the friction between their souls and the outside world. And most important, let them believe in themselves. Let them be helpless like children, because weakness is a great thing, and strength is nothing. When a man is just born, he is weak and nullexible. When he dies, he is hard and insensitive. When a tree is growing, it's tender and pliant. But when it's dry and hard, it dies. Hardness and strength are death's companions. Pliancy and weakness are expressions of the freshness of being. Because what has hardened will never win» Stalker 1 La presente ricerca, all’interno dell’ambito più ampio degli studi sulla trattazione del Sogno Americano riferendosi all’evoluzione del linguaggio cinematogranullco dagli anni ’30 ad oggi, ha considerato suo oggetto d’indagine il cinema di Paul  omas Anderson, esaminandone tre null lm in particolare: Boogie Nights,  ere Will Be Blood e Punch-Drunk Love. La scelta del regista è stata determinata da un duplice presupposto teoretico. Da una parte, Anderson ha rivelato una personalità eclettica, sempre in evoluzione; un regista innovativo, originale, citazionista silenzioso e caratterizzato da una marcata fantasia oltre ad essere padrone della tecnica e dello stile. Dall’altra, i personaggi da lui descritti sono complessi, la narrazione è lunga e tortuosa, eccentrica e mai prevedibile. L’analisi dei suoi null lm non è mai sufficientemente esauriente, talmente sono “monumentali”. Il suo stile è unico, perché riesce con un’abilità inusuale a creare trame a mosaico, mai noiose. Nel convincente prologo di Magnolia – in cui vengono narrate tre vicende dominate da coincidenze al limite dell’inverosimile – il regista dichiara come sottotraccia ciò che è la chiave di lettura principale di tutto il null lm: la rete di legami che unisce i personaggi, con le loro storie e complicate relazioni, spesso fortuite, descritte dai movimenti della macchina da presa e dal ritmo 1 1 Tratta da Сталкер (Stalker, A. Tarkovskij, 1979)

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

cinema
america
anni '70
sogno americano
magnolia
american dream
robert altman
easy rider
martin scorsese
new hollywood
boogie nights
paul thomas anderson
punch drunk love
frank capra
ubriaco d'amore
il petroliere
hard eight
jonathan demme
revolutionary road
requiem for a dream
darren aronofsky
nicholas ray
steadicam
filmmaker

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi