Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il federalismo fiscale

Il federalismo fiscale e le sue peculiarità.
Il tema che ho trattato è quello relativo ad una tematica attuale quale quella del federalismo fiscale.
Ho deciso di seguire un percorso non soltanto dal punto di vista teorico ma anche da un punto di vista più concreto ossia per quello che nella realtà di molti paesi è e come si manifesta.
Dal punto di vista teorico, è importante ricordare che il federalismo fiscale non ha la capacità di risolvere tutti i mali specie nel contesto della crisi della sovranità statale indotta dalla globalizzazione e dalla modernità, bensì può essere un utile strumento in grado alleviare questa crisi e di soddisfare al tempo stesso le aspettative del contribuente. Il federalismo fiscale sicuramente deve poter realizzarsi sempre con maggior chiarezza, collaborazione e leale coordinamento tra i diversi organi federali preposti a tale svolgimento.
La trattazione dal punto di vista teorico è presente nel primo capitolo e in parte nel secondo. Per quanto riguarda invece l’analisi dell’effettiva realtà, ho deciso di esaminare in primo luogo le problematiche ad esso associate trattate nel primo capitolo, gli stati federali europei ai quali è dedicato il capitolo secondo, l’emblema del federalismo ossia gli Stati Uniti ai quali ho attribuito il capitolo terzo e andando più in profondità ho voluto prendere in considerazione gli Stati del Texas e della California ai quali sono attribuiti rispettivamente i capitoli quarto e quinto.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Il tema che ho trattato è quello relativo ad una tematica attuale quale quella del federalismo fiscale. “Il federalismo fiscale trova la sua giustificazione specie dal punto di vista economico nei guadagni in termini di efficienza che può assicurare e nel conseguimento di livelli di benessere sociale superiori e paretianamente più efficienti rispetto a quelli di un sistema accentrato e la presa in considerazione delle implicazioni finanziarie del riassetto istituzionale costituisce l’elemento chiave dal quale poter valutare in modo compiuto costi e benefici.” Ho deciso di seguire un percorso non soltanto dal punto di vista teorico ma anche da un punto di vista più concreto ossia per quello che nella realtà di molti paesi è e come si manifesta. Dal punto di vista teorico, è importante ricordare che il federalismo fiscale non ha la capacità di risolvere tutti i mali specie nel contesto della crisi della sovranità statale indotta dalla globalizzazione e dalla modernità, bensì può essere un utile strumento in grado alleviare questa crisi e di soddisfare al tempo stesso le aspettative del contribuente. Il federalismo fiscale sicuramente deve poter realizzarsi sempre con maggior chiarezza, collaborazione e leale coordinamento tra i diversi organi federali preposti a tale svolgimento. La trattazione dal punto di vista teorico è presente nel primo capitolo e in parte nel secondo. Per quanto riguarda invece l’analisi dell’effettiva realtà, ho deciso di esaminare in primo luogo le problematiche ad esso associate trattate nel primo capitolo, gli stati federali europei ai quali è dedicato il capitolo secondo, l’emblema del federalismo ossia gli Stati Uniti ai quali ho attribuito il capitolo terzo e andando più in profondità ho voluto prendere in considerazione gli Stati del Texas e della California ai quali sono attribuiti rispettivamente i capitoli quarto e quinto.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Debora Tami Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 913 click dal 22/11/2011.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.