Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il bullismo: un fenomeno sociale

Il bullismo è un fenomeno sociale, di cui l'incremento d’attenzione, mostrato sia dall’opinione pubblica che dal mondo scientifico, nei confronti delle violenze in ambito scolastico ha incrementato negli ultimi anni il fiorire di molti studi correlati, la cui più numerosa parte di stampo psicologico. Effettuare un’analisi di questo fenomeno secondo concetti derivanti dalla sociologia, ha attirato il mio interessamento. Inizialmente la mia attenzione si è indirizzata sull’analisi del concetto di devianza riferito alla letteratura sociologica cercando, in primo luogo, di esporre una ricostruzione diacronica del concetto di devianza, vista attraverso alcuni esempi disciplinari e nelle diverse prospettive di ricerca sociale, per arrivare ad un’enunciazione del medesimo concetto, caratterizzato da un fulcro complesso e problematico all’interno dell’attuale dibattito nelle scienze sociali.

Mostra/Nascondi contenuto.
“IL BULLISMO, UN FENOMENO SOCIALE” Pagina 5 INTRODUZIONE: L‟incremento d‟attenzione, mostrato sia dall‟opinione pubblica che dal mondo scientifico, nei confronti delle violenze in ambito scolastico ha incrementato negli ultimi anni il fiorire di molti studi correlati, la cui più numerosa parte di stampo psicologico. Effettuare un‟ analisi di questo fenomeno secondo concetti derivanti dalla sociologia, ha attirato il mio interessamento. Inizialmente la mia attenzione si è indirizzata sull‟analisi del concetto di devianza riferito alla letteratura sociologica cercando, in primo luogo, di esporre una ricostruzione diacronica del concetto di devianza, vista attraverso alcuni esempi disciplinari e nelle diverse prospettive di ricerca sociale, per arrivare ad un‟ enunciazione del medesimo concetto, caratterizzato da un fulcro complesso e problematico all‟interno dell‟attuale dibattito nelle scienze sociali. Lo studio della letteratura di riferimento, effettuata nel primo capitolo, mi ha concesso di segnare le linee generali dello studio successivo restringendo il focus d‟attenzione, inizialmente sulla particolare relazione tra la devianza e i minori, per poi convogliare l‟attenzione sullo studio del bullismo. Successivamente ho incentrato la mia riflessione sul concetto d‟aggressività analizzando i fattori che generano ed influenzano tale comportamento. L‟analisi svolta, rispetto alla prospettiva sociologica in materia di devianza agevola la comprendere di come l‟interesse si sia, gradualmente trasferito dall‟individuo (con il suo corpo, le sue patologie, la sua personalità, il suo ambiente familiare), alla struttura sociale, al rapporto individuo-società, alle norme, alla reazione della società ai comportamenti dell‟individuo. La progressione del mutamento, riscontrabile nella ricerca svolta, consente di annoverare ciò che congiunge gli accadimenti della storia e le relative spiegazioni sociologiche fino ad arrivare ad oggi, all‟ articolato e acceso dibattito che prova ad afferrare il presente, spiegandolo nella sua complessità. Questa complessità, si manifesta tangibile nell‟analisi delle manifestazioni di devianza, che si conferma effettivamente in vari modelli ed in diversificate sottocategorie, impossessandosi di maggiore autonomia, pervenendo ad asserire l‟esistenza di una molteplicità di devianze. Rispetto al profilo qualitativo, il fenomeno della devianza minorile si è sempre più differenziato, proporzionandosi e attivando una reazione ai diversificati problemi che colpiscono la collettività odierna. Sulla base dei dati

Tesi di Laurea

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Selene Franceschini Contatta »

Composta da 122 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2744 click dal 24/11/2011.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.