Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La libera circolazione dei cittadini dell'UE e le limitazioni basate sul requisito delle risorse economiche sufficienti.

La libera circolazione dei cittadini dei 27 stati europei all'interno dello spazio Schengen e le possibilità che ha uno Stato di allontanare dal proprio territorio un cittadino dell'Unione, basando la propria decisione sulla mancanza di risorse economiche sufficienti, cosi come previsto dalla direttiva 2004/38.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il tema principale della mia tesi sarà quello riguardante il diritto alla libera circolazione, all‟interno dello ”spazio Schengen”, di tutti i cittadini dell‟Unione e dei loro familiari e, dunque, di poter ivi circolare e soggiornare liberamente; ovvero, sarà uno studio che verterà, principalmente, sull‟analisi della direttiva 2004/38 del Parlamento europeo e del Consiglio 1 . Specificamente, mi interesserò delle possibili limitazioni che possono essere apportate a tale fondamentale diritto di ogni cittadino dell‟Unione, sulla base del requisito delle “risorse economiche sufficienti”; tale requisito, come si vedrà, viene annoverato dalla dottrina tra quei “motivi diversi”, rispetto all‟ordine pubblico ed alla pubblica sicurezza, che possono portare un giudice nazionale ad una decisione di allontanamento nei confronti di un cittadino dell‟Unione. Infatti, si valuteranno quei casi in cui la presenza del cittadino diventi un “onere eccessivo” per il sistema di assistenza sociale, poiché, nello specifico, il cittadino non dispone più di un‟assicurazione malattia o di risorse economiche sufficienti. Innanzitutto, si andranno ad esaminare quali sono i diritti che i Trattati, le direttive e i regolamenti in materia, così come la costante e puntuale giurisprudenza della Corte di giustizia, e quella della Corte dei diritti dell‟uomo di Strasburgo, attribuiscono a tutti i cittadini dei 27 Stati che, ad oggi, formano l‟Unione europea 2 . 1 Direttiva 2004/38 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, relativa al diritto dei cittadini dell‟Unione e dei loro familiari di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri. 2 Sebbene per gli ultimi due Stati entrati a far parte della Ue, Romania e Bulgaria, vigono restrizioni relativamente al diritto di circolazione dei propri cittadini, che pongono questi ultimi in posizione differente rispetto a tutti gli altri cittadini europei; questo poiché l‟ingresso nello spazio Schengen per questi due Stati era previsto per il Marzo 2011, ma tale data è stata posticipata all‟ottobre 2011. Al momento questi due Stati, così come Cipro, sono definiti “Stati associati a Schengen”. 1

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Gabriele Fabrizio Contatta »

Composta da 159 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2806 click dal 07/12/2011.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.