Skip to content

Reti sentieristiche e itinerari tematici per la valorizzazione del paesaggio montano in Calabria. Una proposta progettuale: Il Sentiero del Brigante tra l’Aspromonte e le Serre

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Casile
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università degli Studi di Reggio Calabria
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Roberto Di Fazio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 223

Pur trattando un aspetto d‟interesse generale, l‟obiettivo è stato specializzato, con riferimento ad un‟area montana tra l‟Aspromonte e le Serre, per evidenziare in modo più immediato i risvolti operativi dei presupposti teorici di volta in volta individuati. Pertanto, si sono definiti criteri metodologici e applicazioni progettuali per l‟implementazione d‟infrastrutture territoriali miranti a supportare la fruizione diversificata del territorio rurale; ciò attraverso la definizione di un itinerario tematico, il Sentiero del Brigante, basato da un lato su una nuova chiave interpretativa, dall‟altro su una proposta progettuale finalizzata al suo ripristino.
Si è ritenuto interessante approfondire il tema della rete di viabilità turistica e alternativa, che potenzialmente costituisce un patrimonio del territorio. Quest‟ultima, in anni recenti, si è particolarmente affittita nelle aree rurali, collegando risorse, rendendole accessibili, suggerendone interpretazioni all‟interno di una lettura tematica del territorio, supportando nuove attività per una diversa fruizione delle aree montane e di quelle rurali. Gli itinerari, i percorsi, i sentieri sono, per loro natura, infrastrutture culturali territoriali la cui funzione è quella della promozione e integrazione di modi diversi di utilizzare e percorrere il territorio.
La tesi è articolata in due sezioni, una di carattere prevalentemente teorico, condotta su base bibiografica, volta a definire lo stato dell‟arte e le acquisizioni metodologiche consolidate; l‟altra di tipo progettuale-applicativo, che mira a verificare e implementare le acquisizioni di metodo più recenti, sviluppandole nell‟area di studio. Quest‟ultima parte del lavoro è stata fondata sulla costruzione di una base conoscitiva del territorio e delle risorse presenti, supportata da ricognizioni, rilievi e indagini dirette.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Nicola Casile - Reti sentieristiche e itinerari tematici per la valorizzazione del paesaggio montano in Calabria. Una proposta progettuale: Il Sentiero del Brigante tra l’Aspromonte e le Serre 2 1 Posizione del problema Per la prima volta nella storia dell‟uomo, nel Mondo sono in maggior numero le persone che vivono in città di quelle che abitano le aree rurali. L'Europa è uno dei continenti più urbanizzati. Circa il 75% della sua popolazione vive in aree urbane; entro il 2020 questa percentuale salirà a 80% (EEA, 2006). In questo contesto, profondamente mutato rispetto ad alcuni decenni fa, le aree rurali si configurano come lo spazio fisico entro il quale non è più il solo aspetto produttivo dell‟agricoltura ad assumere rilevanza. Il territorio rurale, considerato solitamente come un ambito conservativo, negli ultimi decenni ha vissuto profonde trasformazioni dovute all‟esodo dalle campagne, ai nuovi ordinamenti territoriali, all‟“aggressione urbana”, alla specializzazione dell‟agricoltura,all‟ammodernamento delle modalità produttive, allo scardinamento dei rapporti e dei ruoli all‟interno delle società rurali. Nello stesso tempo è cresciuta l‟attenzione verso le dinamiche delle aree rurali, grazie ad una nuova sensibilità che, in ambito europeo, ha fatto rivedere le funzioni tradizionali delle attività che in esse si svolgono, estendendo possibilità e opportunità e definendo un nuovo approccio all‟agricoltura definito “multifunzionale”. La multifunzionalità comprende, nel senso più vasto, vari tipi di funzioni fornite dall‟agricoltura, e quindi dagli agrosistemi, in aggiunta alla tipica attività agricola. Tra questi, occorre ricordare i servizi che si riferiscono al ruolo dell‟agricoltura a favore della coesione rurale, per l‟ambiente e lo sviluppo, la preservazione e la pratica delle tradizioni storiche e culturali, l‟offerta agrituristica, la fruizione ricreativa (Padovani et al., 2009). Le aree montane, tra le aree rurali, sono quelle meno forti e sono caratterizzate da una prevalenza della componente agricola e selvicolturale. Tali attività, tuttavia, da sole non sono in grado di garantire uno sviluppo socio-economico tale da far crescere e consolidare i livelli di occupazione e di reddito e migliorare le condizioni di vita delle popolazioni. Diventa quindi essenziale perseguire modelli di sviluppo integrato. Agli interventi in agricoltura vanno associati quelli infrastrutturali, nel turismo, nei servizi e nell‟ambiente (Vacca, 2001). Il turismo rurale ha acquisito negli ultimi anni un‟importanza rilevante, portando un numero sempre maggiore di visitatori nelle campagne italiane. I motivi dell‟affermazione di tale tendenza sono molteplici e possono essere riassunti in alcuni punti che di seguito si elencano: - la tendenza a spezzare il periodo della vacanza in più periodi di breve durata; - la ricerca di “diversità”, ovvero la visita di luoghi che offrano esperienze, modi e ambienti di vita, contesti culturali, diversi da quelli che caratterizzano la routine quotidiana;

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

risorgimento
parchi nazionali
agricoltura
sviluppo rurale
aree protette
ecoturismo
brigantaggio
calabria
cai
escursionismo
turismo sostenibile
trekking
forestale
sentieri
tratturi
ecomuseo
briganti
multifunzionalità
ambiente e territorio
parchi regionali
sentieristica
aspromonte
itinerari tematici
pianificazione ecologica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi