Skip to content

Quattro anni di crisi: una riflessione sull'impatto e sulla risposta in Europa e in Italia

Informazioni tesi

  Autore: Lorenzo Storai
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Rossella Bardazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 99

La tesi affronta l'importante e complicato argomento della crisi economica. Nonostante si tratti di un tema vasto e ricchissimo di spunti di approfondimento (ciascuno dei quali meriterebbe una tesi a sé stante), l'approccio tenuto può considerarsi generale: il lavoro, strutturato in tre parti, offre nella prima sezione una disamina delle cause di natura macro e micro economica che stanno alla base della recente - e tutt'ora in atto - crisi economico-finanziaria e ne propone un'utile suddivisione in sei fasi - dagli esordi nel mercato del credito statunitense nel 2007 al settembre 2011. Alla scansione cronologica dei principali eventi della crisi è accompagnata un'analisi dei canali di trasmissione e dell'impatto che questa ha avuto nelle principali economie industriali e, dunque, delle più importanti misure di politica economica attuate in risposta ad essa, con particolare attenzione a quanto realizzato negli Stati Uniti. L'incertezza della ripresa economica, che ha seguito le fasi più acute della recessione, è oggetto di riflessione sia a livello teorico (perché l'economia dei maggiori paesi occidentali non abbandona definitivamente il binario della crisi?) sia a livello analitico (quali sono i principali indicatori economici sulla permanenza di una congiuntura negativa?); questa viene esaminata, nella seconda parte, in riferimento all'economia europea - ponendo maggiore attenzione sull'Eurozona - e, nell'ultimo capitolo, spostando la lente sull'economia italiana. Per quanto concerne l'UE, oltre alla descrizione delle dinamiche della crisi, prima finanziaria poi dell'economia reale, viene effettuata un'analisi della risposta attuata a livello comunitario e dai singoli Stati Membri, proponendo comparazione cross-country delle maggiori misure adoperate in Germania, Francia, Spagna e Italia, ovvero i Paesi chiave per monitorare l'andamento di una crisi che è sfociata, poi, in quella più attuale del debito sovrano. In merito a quest'ultima, l'elaborato offre una riflessione sui fatti che hanno caratterizzato la questione del debito di alcuni Paesi europei e dei dispositivi istituiti ed azionati a livello comunitario (in special modo l'EFSM e il c.d. fondo salva Stati, l'EFSF). Nella parte finale, riguardante l'Italia, così come nelle precedenti, si procede alla descrizione della crisi e della recessione attraverso la presentazione dei principali indicatrori macroeconomici della nostra economia, nonché all'analisi dei problemi strutturali coi quali il nostro Paese si è presentato all'insorgere della crisi - fra i quali l'ingente debito pubblico e la flebile crescita. Passaggio, questo, necessario per comprendere quella che è stata l'azione del Governo, la cui portata, gli effetti e i programmi sono qui oggetto di riflessione analitica e critica.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La recente crisi economica è stata una crisi dell'economia mondiale: con canali e modalità differenti ha toccato praticamente tutte le economie del pianeta. Su di essa, purtroppo, è stato scritto molto soltanto una volta che è scoppiata, come se gli addetti al settore fossero in un certo senso caduti dalle nuvole. In realtà, sarebbe stato opportuno occuparsi per tempo di alcuni squilibri che, soprattutto quelli presenti nel settore finanziario, hanno portato allo scoppio di una crisi che, per dimensioni e impatto sulla società, può essere tranquillamente paragonata alla Grande Depressione. Ma un certo livello di avidità e la malsana pratica finanziaria del moral hazard hanno tappato occhi e bocca di chi avrebbe, forse, potuto evitare tutto quello che è successo. Risulta però paradossale che una crisi di tali dimensioni sia nata in un piccolo comparto di un singolo paese, benché si tratti della prima economia mondiale, ovvero gli Stati Uniti d'America. Dato il mio breve (al momento) e limitato percorso accademico non ho avuto certamente la pretesa di scrivere più e meglio di quanto non sia già stato fatto dagli economisti che in questi quattro anni hanno svolto un minuzioso lavoro di analisi e commento di quanto è successo. Tuttavia, quanto accaduto nell'economia in questi ultimi anni ha interessato la vita di molti milioni di individui in tutto il mondo, spesso peggiorandone il benessere o sconvolgendone le abitudini e le prospettive – se non altro dal punto di vista economico. Ma anche le istituzioni, politiche ed economiche, sono rimaste coinvolte nei meccanismi e negli effetti di questa crisi. È dunque l'interesse, se non la curiosità, di sapere che cosa è successo e il perché che sta alla base di questo elaborato. Come già detto, non ho operato con presunzione di completezza, d'altronde trattare i molteplici aspetti della crisi economico-finanziaria in profondità sarebbe stato un impegno spropositato, soprattutto in questa sede. Non ho però rinunciato al tentativo di operare una disamina delle principali cause della crisi e di come questa abbia agito sul tessuto economico mondiale. Essendo, inoltre, studente italiano ed europeo ho trovato particolarmente coerente e stimolante tentare di tracciare un quadro complessivo del rapporto che la crisi ha avuto – e ha tuttora – con l'Europa e con l'Italia. Per queste ragioni il lavoro è strutturato in tre parti: nel primo capitolo - “La genesi della crisi” - verranno esaminate la cause generali di natura micro e macroeconomica che costituiscono l'humus nel quale la crisi è maturata e ha sviluppato le caratteristiche che l'hanno contraddistinta per forza, velocità d'espansione e contagio. Una volta delineate le 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi