Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Quale paradigma di management tra Burocrazia e Post Burocrazia?

Obiettivo di questo elaborato è quello di sviluppare non solo una ricognizione del peso, della consistenza, dell'adeguatezza delle funzioni manageriali così come vengono svolte nelle odierne organizzazione, ma anche di cogliere le linee prospettiche del loro sviluppo, oltre che collegare l'esercizio di tali funzioni ed il dispiegarsi delle relative competenze, nel passaggio tuttora in corso dall’organizzazione burocratica tradizionale a ciò che viene talora chiamato “post-burocrazia” .
Un processo del genere, riferito ad un “oggetto” così complesso e variegato, ha implicato, nel corso dello studio, più dimensioni di analisi e di proposizione : storica, sociologica, tecnico-professionale, economica, valoriale. In definitiva, si è compiuto un percorso di successive acquisizioni rispetto all'insieme delle dimensioni sopra indicate, attraverso un confronto tra modelli di riferimento, valutazione dei problemi, priorità asserite, obiettivi di fondo prescelti, per tentare di proporre una prospettiva di come il lavoro dei manager, all’interno delle organizzazioni, abbia o avrebbe dovuto subire, negli ultimi decenni, una notevole trasformazione.
In una grande varietà di modi di essere e di operare delle organizzazioni e in uno scenario ipercompetitivo, caratterizzato da rapidissimi mutamenti economici, il lavoro è stato affrontato in termini di analisi e monitoraggio delle ‘sfide’ e delle ‘risposte’, attraverso strumenti e metodi diversi, ma comunque convergenti tutti con il fine ultimo di evidenziare le tendenze evolutive delle progettazioni organizzative e dei manager loro artefici, oltre che di interrogarsi su un possibile sviluppo della formazione manageriale.
In questo ambito, il contributo della tesi va considerato non come punto di arrivo, ma come punto di partenza nello sviluppo di approfondimenti e proposte, così come la scelta di fondo di operare in questo contesto ha comportato la volontà di misurarsi sul piano teorico ed operativo con alcune nuove istanze che emergono dalle principali riviste di economia e organizzazione, cercando di comprenderle nelle loro componenti strutturali di riferimento, attraverso l’approfondimento della letteratura critica che ha interpretato il modello burocratico e quello post-burocratico a cui più volte si rimanda nell’elaborato.

Mostra/Nascondi contenuto.
- 4 - Introduzione Obiettivo di questo elaborato è quello di sviluppare non solo una ricognizione del peso, della consistenza, dell'adeguatezza delle funzioni manageriali così come vengono svolte nelle odierne organizzazione, ma anche di cogliere le linee prospettiche del loro sviluppo, oltre che collegare l'esercizio di tali funzioni ed il dispiegarsi delle relative competenze, nel passaggio tuttora in corso dall‟organizzazione burocratica tradizionale a ciò che viene talora chiamato “post- burocrazia” 1 . Un processo del genere, riferito ad un “oggetto” così complesso e variegato, ha implicato, nel corso dello studio, più dimensioni di analisi e di proposizione 2 : storica, sociologica, tecnico-professionale, economica, valoriale. In definitiva, si è compiuto un percorso di successive acquisizioni rispetto all'insieme delle dimensioni sopra indicate, attraverso un confronto tra modelli di riferimento, valutazione dei problemi, priorità asserite, obiettivi di fondo prescelti, per tentare di proporre una prospettiva di come il lavoro dei manager, all‟interno delle organizzazioni, abbia o avrebbe dovuto subire, negli ultimi decenni, una notevole trasformazione. In una grande varietà di modi di essere e di operare delle organizzazioni e in uno scenario ipercompetitivo, caratterizzato da rapidissimi mutamenti economici, il lavoro è stato affrontato in termini di analisi e monitoraggio delle „sfide‟ e delle „risposte‟, attraverso strumenti e metodi diversi, ma comunque convergenti tutti con il fine ultimo di evidenziare le tendenze evolutive delle progettazioni organizzative e dei manager loro artefici, oltre che di interrogarsi su un possibile sviluppo della formazione manageriale. 1 Hendry, J. (2010). Formazione Manageriale e cultura umanistica: la sfida della post-burocrazia. In L. M. Sicca, Leggere e scrivere organizzazioni (D. Bizjak, Trad., ). Napoli: Editoriale Scientifica, p.153-190. 2 La presente voce va intesa nel senso tecnico del termine, quello per cui ogni dichiarazione, quando espressa, suggerisce che una certa affermazione è vera. È quindi possibile, in questo senso, che dichiarazioni diverse (ma dall‟identico significato) esprimano la stessa proposizione.

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Davide Russo Contatta »

Composta da 54 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1522 click dal 07/12/2011.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.