Skip to content

Telerilevamento di precipitazioni mediante Radar ad apertura sintetica: metodi di elaborazione e applicazioni

Informazioni tesi

  Autore: Riccardo Vicari
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria dell'informazione
  Relatore: Frank Silvio Marzano
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

Obiettivo di questo lavoro è descrivere l’analisi dei risultati ottenuti dal processamento delle immagini radar e radar-sar (rispettivamente NexRad e Terra-SAR), focalizzando l’attenzione su diversi flussi di tale elaborazione. Il punto di partenza è stato quello di verificare la ripetibilità (dunque la validità) di un algoritmo, messo appunto per questo fine, che ha lo scopo di produrre mappe di pioggia della medesima scena, da i due diversi tipi di dato, per poi farne il confronto per evidenziare le differenze dovute alla loro diversa origine.
Di tale algoritmo è stato stilato un manuale ("Manuale per l’elaborazione dati X-SAR: stima precipitazioni") che illustra i singoli passi per poter arrivare alla stima del tasso di pioggia, a partire dall’acquisizione dei dati, facendo uso di programmi dedicati al loro trattamento. Ogni singolo passo di tale manuale è ben descritto, grazie anche alle immagini, utili a mettere in risalto l’interfaccia dei programmi utilizzati, ed inoltre facilmente esplorabile per mezzo di collegamenti ipertestuali indirizzati alle relative sezioni. Nel particolare si è voluto studiare l’effetto di un diverso flusso di elaborazione a cui è stata sottoposta l’immagine TSX.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Capitolo 1 – Introduzione 1 Capitolo 1 Introduzione 1.1 Cenni al Telerilevamento Il telerilevamento ( Remote Sensing ), è la disciplina scientifica che permette di ricavare informazioni, qualitative e quantitative, sull'ambiente e su oggetti posti a distanza mediante misure di radiazione elettromagnetica, emessa, riflessa o trasmessa, che interagisce con le superfici di interesse. Esso utilizza foto o dati numerici rilevati da aerei, satelliti o sonde spaziali per caratterizzare la superficie di un pianeta. Lo studio di un fenomeno o di una superficie effettuato con tecniche di telerilevamento prevede tre fasi distinte:  acquisizione dei dati mediante ripresa da terra, aereo, o satellite;  elaborazione dei dati;  interpretazione e uso dei dati. Gli strumenti utilizzati per l'acquisizione possono fornire misure singole di radianza, come radiometri o spettroradiometri, o insiemi di misure di radianza ( immagini digitali ), come macchine fotografiche, termocamere o dispositivi a scansione. Tali strumenti sono detti sensori passivi se misurano la radiazione elettromagnetica, emessa o riflessa, proveniente dalle superfici investigate e sensori attivi se provvedono essi stessi all’illuminazione delle superfici, captando poi la radiazione elettromagnetica di ritorno. 1.2 Obbiettivi del lavoro svolto e sommario dei capitoli Questo lavoro di tesi tratta il telerilevamento mediante immagini radar, in particolare provenienti da radar doppler e radar ad apertura sintetica: rispettivamente NexRad ( WSR-88D: Weather Surveillance Radar,1988,Doppler ) e Terra-Sar X. L’elaborazione delle immagini provenienti da tali radar, consentono la stima del tasso di precipitazione relativo alla zona illuminata. L’oggetto del lavoro svolto è la revisione di un algoritmo di elaborazione, già descritto, che riceve in ingresso i due dati NexRad e TSX relativi ad una stessa zona, elabora le informazioni in essi contenute, realizzandone una stima del tasso ti pioggia, proponendone inoltre un manuale ( presente in Appendice ), che descrive i singoli passi di elaborazione. Inoltre si vuole studiare l’effetto dell’introduzione di filtri d’immagine radar, in particolare Frost e Lee, e la variazione del metodo di interpolazione effetuato nel processo di ricampionamento dell’immagine TSX.  Nel capitolo 2 si espongono i concetti generali del radar doppler meteorologico, illustrandone il principio di funzionamento, le bande in cui esso opera e le principali cause di attenuazione del segnale trasmesso e ricevuto. Viene riportata l’equazione del radar meteorologico per diffusore singolo e per diffusori distribuiti volumetricamnete e infine si presenta il WSR-88D e la descrizione del dato relativo a tale radar.  Il capitolo 3 introduce la tecnica SAR con brevi cenni storici e principio di funzionamento, per poi presentare il satellite TerraSAR-X e il dato prodotto da quest’ultimo.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sar
radar
envi
tsx
nexrad
radar apertura sintetica
elaborazione dati satellitari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi