Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

I giovani in Italia: le aspettative familiari secondo la Seconda Indagine nazionale sulla fecondità

Il presente lavoro si inserisce nel contesto di studi e ricerche sulla fecondità in Italia ed ha come obiettivo la valutazione delle aspettative e degli atteggiamenti nei confronti della formazione di una propria famiglia da parte delle giovani generazioni.
In un periodo caratterizzato da un continuo calo delle nascite, che ha riguardato, non solo l'Italia, ma i Paesi Occidentali in generale, diviene importante studiare la fecondità e in particolare il suo andamento per gli anni futuri. Innanzitutto, interessa individuare le cause che hanno determinato la riduzione della fecondità, e se attualmente, presso i giovani che ancora non hanno avviato la formazione di una famiglia, siano presenti, o meno, i presupposti per un'inversione di tendenza.
In particolare, poiché numerosi studi hanno dimostrato l'importanza dei fattori sociali e culturali legati alla famiglia di origine e alle scelte educative e professionali sui comportamenti demografici, in questa ricerca si intende mettere in evidenza le peculiarità della situazione giovanile italiana, in tutte le sue sfaccettature, nell'ipotesi che le diverse dimensioni dell'universo ''giovani'' possano aiutare a capire il futuro demografico a noi più vicino.
A questo scopo, dopo aver esaminato quanto emerge dalla recente letteratura in materia di condizione giovanile, utilizzando i dati che derivano dalla Seconda Indagine nazionale sulla fecondità si è inteso descrivere e interpretare, se possibile, gli atteggiamenti ed i comportamenti delle giovani donne intervistate su alcuni temi legati alle scelte familiari e procreative.
L'articolazione del presente lavoro prevede un primo capitolo dove viene descritta la condizione dei giovani in Italia, poi confrontata con quella di altre realtà europee.
Nel secondo capitolo, dopo aver descritto dettagliatamente le caratteristiche dell'indagine e del questionario che è stato utilizzato, si daranno le principali ''coordinate'' dei comportamenti esaminati sulla base di semplici analisi descrittive. In seguito, nell'ultima parte di questo lavoro, si tenterà una visione complessiva dei risultati tramite un'analisi multidimensionale. Alcune brevi considerazioni finali concludono lo studio.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Premessa Il presente lavoro si inserisce nel contesto di studi e ricerche sulla fecondità in Italia ed ha come obiettivo la valutazione delle aspettative e degli atteggiamenti nei confronti della formazione di una propria famiglia da parte delle giovani generazioni. In un periodo caratterizzato da un continuo calo delle nascite, che ha riguardato, non solo l’Italia, ma i Paesi Occidentali in generale, diviene importante studiare la fecondità e in particolare il suo andamento per gli anni futuri. Innanzitutto, interessa individuare le cause che hanno determinato la riduzione della fecondità, e se attualmente, presso i giovani che ancora non hanno avviato la formazione di una famiglia, siano presenti, o meno, i presupposti per un’inversione di tendenza. In particolare, poiché numerosi studi hanno dimostrato l’importanza dei fattori sociali e culturali legati alla famiglia di origine e alle scelte educative e professionali sui comportamenti demografici, in questa ricerca si intende mettere in evidenza le peculiarità della situazione giovanile italiana, in tutte le sue sfaccettature, nell’ipotesi che le diverse dimensioni dell’universo “giovani” possano aiutare a capire il futuro demografico a noi più vicino. A questo scopo, dopo aver esaminato quanto emerge dalla recente letteratura in materia di condizione giovanile, utilizzando i dati che derivano dalla Seconda Indagine nazionale sulla fecondità si è inteso descrivere e interpretare, se possibile, gli atteggiamenti ed i comportamenti delle giovani donne intervistate su alcuni temi legati alle scelte familiari e procreative. L’articolazione del presente lavoro prevede un primo capitolo dove viene descritta la condizione dei giovani in Italia, poi confrontata con quella di altre realtà europee. Nel secondo capitolo, dopo aver descritto dettagliatamente le caratteristiche dell’indagine e del questionario che è stato utilizzato, si daranno le principali “coordinate” dei comportamenti esaminati sulla base di semplici analisi descrittive. In seguito, nell’ultima parte di questo lavoro, si tenterà una visione complessiva dei risultati tramite un’analisi multidimensionale. Alcune brevi considerazioni finali concludono lo studio.

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Sara Brancaccia Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3286 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.