Skip to content

Il mercato dei mutui ipotecari residenziali: analisi, dinamiche e confronti tra i paesi dell'Unione Europea.

Informazioni tesi

  Autore: Alessandra Marra
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Scambi Internazionali
  Relatore: Mario Deaglio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 158

Il settore dei mutui ipotecari ha un ruolo molto importante nel settore bancario e dell’economia in generale e spesso è oggetto di analisi. Nel contesto dell’economia globale che abbatte confini e che mette in comunicazione mercati diversi e spesso anche geograficamente lontani, questo strumento finanziario assume ancora di più un ruolo fondamentale in relazione ad alcuni episodi e alle loro conseguenze sul contesto europeo e mondiale. L’interesse nei confronti del comparto dei mutui ipotecari è probabilmente anche legato allo scopo principale che sottende la stipula di un mutuo: l’acquisto della casa. Le banche di tutto il mondo hanno da sempre dato grande rilievo a questo comparto, impostando spesso importanti strategie sull’offerta di mutui ipotecari. La forte domanda di mutui conseguente all’impetuoso sviluppo del mercato immobiliare degli ultimi anni ha arricchito di nuovi contenuti il rapporto fra banche e famiglie. In particolare si è realizzata nel contesto europeo una maggiore trasparenza grazie alla crescente concorrenza fra gli intermediari, a fronte della progressiva integrazione dei mercati, e per effetto delle continue sollecitazioni da parte delle autorità di controllo e vigilanza. In parallelo si rileva negli ultimi tempi anche un’accelerazione dell’innovazione dell’offerta che ha toccato diversi aspetti; vi è stato poi un ampliamento del target di clientela: è evidente, infatti, il crescente ruolo nelle dinamiche competitive del mercato dei giovani e di Internet. Alla luce di un mercato sempre più globalizzato e internazionalizzato, la Commissione Europea si è recentemente posta l’obiettivo della creazione di un mercato unico dei mutui in Europa, anche se all’attualità i mutuatari dei diversi Paesi hanno accesso limitato a prodotti cross-border, stanti anche le barriere all’ingresso poste agli intermediari dalle diverse regolamentazioni nazionali nonché dalle differenze linguistiche e culturali. La presenza di un efficiente mercato europeo dei mutui permetterebbe a una vasta platea di soggetti l’accesso, al minimo costo, a prodotti di finanziamento sempre più personalizzati. I benefici dell’integrazione del mercato dei mutui sono dimostrati dalla forte correlazione esistente tra la maturità del mercato e l’ampiezza della gamma di prodotti a disposizione della clientela: Regno Unito, Olanda e Danimarca, dove più alto è il rapporto tra i volumi di mutui e il PIL, sono anche i paesi che presentano l’offerta più completa e articolata. Dopo una descrizione del comparto e della legislazione di riferimento e dopo un breve excursus sul reverse mortgage, si analizzeranno le dinamiche di domanda e offerta a livello italiano, europeo e internazionale, con particolare riferimento anche alla crisi economica del 2008. Si analizzerà poi il ruolo delle variabili macroeconomiche, con riferimento ad alcuni paesi dell’Unione Europea, per poi passare a un confronto internazionale sul comparto dei mutui ipotecari. Infine adottando un approccio più empirico, si è cercata una qualche correlazione fra i volumi dei mutui ipotecari e le principali variabili. Con l’ausilio delle serie storiche relative al periodo ‘99–‘10 sono stati ottenuti e analizzati per ogni paese considerato gli indici di correlazione fra le tre variabili macroeconomiche e i volumi dei mutui. I risultati dell’analisi pur non restituendo evidenze certe e definitive, offrono utili e interessanti spunti di riflessione anche per eventuali approfondimenti successivi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 Introduzione Il comparto dei mutui ipotecari riveste da sempre un ruolo molto importante all’interno del settore bancario e dell’economia in generale ed è spesso oggetto di diverse analisi da parte degli economisti, che ne studiano le dinamiche, gli impatti e le reazioni rispetto ai più rilevanti avvenimenti dell’economia. Nel contesto dell’economia globale che abbatte confini e che mette in comunicazione mercati diversi e spesso anche geograficamente lontani, questo strumento finanziario assume ancora di più un ruolo fondamentale in relazione ad alcuni episodi e alle loro conseguenze sul contesto europeo e mondiale. Il forte interesse nei confronti del comparto dei mutui ipotecari, oltre che per gli impatti che può avere sul contesto economico, è con molta probabilità legato anche allo scopo principale che sottende la stipula di un mutuo: l’acquisto della casa che nella fase di costituzione di un nuovo nucleo familiare riveste, il più delle volte, un ruolo fondamentale. Soprattutto in alcuni paesi maggiormente legati ai valori della famiglia, e tra questi l’Italia, per coloro che non intendono prendere un alloggio in affitto, l’acquisto della casa è una delle spese più rilevanti di tutta la vita, è un evento quasi imprescindibile che fa insorgere un’esigenza economica molto forte: il bisogno di un’ingente somma di denaro, necessaria tra le altre cose per affrancarsi dal nucleo familiare di origine e crearne uno nuovo e autonomo. Di norma però, proprio nella fase della sua costituzione, il nuovo nucleo familiare non dispone di tali somme di denaro per effettuare autonomamente l’acquisto e diventa quindi necessario ricorrere a fonti terze che possono consistere nell’aiuto da parte di familiari – laddove questo sia disponibile – o il più delle volte, nella richiesta di un mutuo ipotecario presso un istituto finanziario. Le banche di tutto il mondo, in particolar modo quelle che possono definirsi tradizionali, hanno da sempre dato grande rilievo a questo comparto, impostando spesso importanti strategie sull’offerta di mutui ipotecari commercializzati a tassi competitivi o caratterizzati da servizi accessori ad elevato valore aggiunto. Nell’economia moderna, caratterizzata da forte competitività, il livello di servizio può infatti essere un’importante leva per attirare i mutuatari che mostrano esigenze sempre più articolate e innovative. La forte domanda di mutui conseguente all’impetuoso sviluppo del mercato immobiliare degli ultimi anni ha arricchito di nuovi contenuti il rapporto fra banche e famiglie. In particolare si è realizzata nel contesto europeo una maggiore trasparenza non solo grazie alla crescente concorrenza fra gli intermediari, a fronte della progressiva integrazione dei mercati, ma anche per effetto delle continue sollecitazioni da parte delle autorità di controllo e vigilanza. In parallelo si rileva negli ultimi tempi anche un’accelerazione dell’innovazione dell’offerta

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi