Skip to content

Il comportamento di acquisto del consumatore nella Grande Distribuzione Organizzata

Informazioni tesi

  Autore: Maria Domenica De Rosa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Luigi Cantone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 148

Il presente elaborato è frutto di una costante osservazione in merito ai cambiamenti del comportamento di acquisto del consumatore e delle difficoltà che tale mutamento ha comportato alle imprese appartenenti alla Grande Distribuzione Organizzata.
Negli ultimi decenni, infatti, si sono sviluppati nuovi modelli di acquisto; tale evoluzione trova la sua ratio sia nei fattori economici, legati alla saturazione dei mercati, all’aumento dell’offerta e alle crisi che hanno investito le diverse nazioni, sia nei fattori culturali, come lo sviluppo della scienza, il progresso e il declino delle principali ideologie del Novecento.
Il consumatore, dunque, non è più un soggetto debole, isolato, da educare attraverso i mezzi di comunicazione di massa, ma ha acquisito autonomia e indipendenza ed è in grado di valutare ed esprimere un giudizio sul prodotto ed è guidato anche dalla ricerca di nuove esperienze. In questa situazione il consumo assume una nuova veste e diviene un momento di interazione e di scambio tra consumatore e produttore. Le dinamiche del consumo risultano, dunque, meno standardizzate e prevedibili rispetto al passato.
Causa- effetto di questo cambiamento è stata l’evoluzione dei diversi format distributivi che hanno mutato aspetto, caratteristiche e leve strategiche: con l’apertura dei primi Grandi Magazzini si è riscontrato un diverso approccio degli acquirenti, che entravano in un mondo nuovo, nel quale profondamente cambiati erano i parametri tradizionali del processo di vendita- acquisto. Negli anni, le esigenze dei consumatori hanno dato gli input necessari ad una diversificazione delle formule distributive, che si sono focalizzate su specifiche leve, quali il prezzo, l’assortimento, i servizi, il divertimento e così via.
Il consumatore moderno è, infatti, un soggetto più esigente, maturo, competente, selettivo e critico e durante lo svolgimento del processo di acquisto di un bene, in cui possono essere individuate cinque fasi che saranno trattate nel primo capitolo, tiene conto di tutte le dimensioni, sia tangibili che intangibili.
All’interno dell’elaborato si metteranno in evidenza i principali aspetti del comportamento di acquisto del soggetto, suddivisi in fattori interni, quali i bisogni, le motivazioni e il coinvolgimento, e in fattori esterni al soggetto, come l’influenza del punto vendita, dell’atmosfera, del layout, delle promozioni e di tutte quelle leve che posso incidere sulle decisioni dell’individuo per quanto concerne gli acquisti programmati e gli acquisti di impulso.
Nel primo capitolo è stato delineato un quadro generale delle fasi che costituiscono il complesso iter compiuto dall’individuo che lo portano alla decisione finale di acquisto o non acquisto di un determinato bene. Questo processo varia in base al bene che si intende acquistare e del livello di coinvolgimento del consumatore. L’attenzione è stata poi rivolta allo store che talvolta diviene la scelta prioritaria per l’acquirente, il quale fa affidamento sulla reputazione del punto vendita come garanzia del livello qualitativo dei prodotti e contenimento dei rischi, e solo successivamente sceglie i prodotti da acquistare. L’importanza dello store diviene ancora più evidente quando si mette in luce la sua funzione sociale: il punto vendita non è più soltanto un semplice luogo dove poter effettuare acquisti di ogni genere ma diviene un “momento di svago” per i suoi frequentanti. Si è avuta, quindi, una vera e propria evoluzione del punto vendita.
Nel secondo capitolo è stata tracciata una storia generale della nascita e dell’evoluzione della Grande Distribuzione Organizzata in Europa e in Italia; sono stati presi in esame i vari format distributivi, ne sono state evidenziate le caratteristiche, le strategie e i fattori critici di successo della GDO e messi in mostra i problemi e i ritardi di tale forma di attività nel nostro Paese.
Il terzo capitolo è un’analisi sistematica delle leve caratteristiche di ogni format distributivo: dal momento che ogni format ha scelto i target di riferimento, che divengono il perno centrale delle strategie commerciali adottate, il consumatore ha la possibilità di decidere consapevolmente e con spirito critico il format congeniale alle proprie esigenze. Proprio l’ampia gamma di proposte genera una “infedeltà” del consumatore, che spinge le aziende a ricercare ogni mezzo possibile per fidelizzarlo, attrarlo, soddisfacendo la maggior parte delle sue esigenze.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Il presente elaborato è frutto di una costante osservazione in merito ai cambiamenti del comportamento di acquisto del consumatore e delle difficoltà che tale mutamento ha comportato alle imprese appartenenti alla Grande Distribuzione Organizzata. Negli ultimi decenni, infatti, si sono sviluppati nuovi modelli di acquisto; tale evoluzione trova la sua ratio sia nei fattori economici, legati alla saturazione dei mercati, all‟aumento dell‟offerta e alle crisi che hanno investito le diverse nazioni, sia nei fattori culturali, come lo sviluppo della scienza, il progresso e il declino delle principali ideologie del Novecento. Il consumatore, dunque, non è più un soggetto debole, isolato, da educare attraverso i mezzi di comunicazione di massa, ma ha acquisito autonomia e indipendenza ed è in grado di valutare ed esprimere un giudizio sul prodotto ed è guidato anche dalla ricerca di nuove esperienze. In questa situazione il consumo assume una nuova veste e diviene un momento di interazione e di scambio tra consumatore e produttore. Le dinamiche del consumo risultano, dunque, meno standardizzate e prevedibili rispetto al passato. Causa- effetto di questo cambiamento è stata l‟evoluzione dei diversi format distributivi che hanno mutato aspetto, caratteristiche e leve strategiche: con l‟apertura dei primi Grandi Magazzini si è riscontrato un diverso approccio degli acquirenti, che entravano in un mondo nuovo, nel quale profondamente cambiati erano i parametri tradizionali del processo di vendita- acquisto. Negli anni, le esigenze dei consumatori hanno dato gli input necessari ad una diversificazione delle formule distributive, che si sono focalizzate su specifiche leve, quali il prezzo, l‟assortimento, i servizi, il divertimento e così via. Il consumatore moderno è, infatti, un soggetto più esigente, maturo, competente, selettivo e critico e durante lo svolgimento del processo di acquisto di un bene, in cui possono essere individuate cinque fasi che saranno trattate nel primo capitolo, tiene conto di tutte le dimensioni, sia tangibili che intangibili. All‟interno dell‟elaborato si metteranno in evidenza i principali aspetti del comportamento di acquisto del soggetto, suddivisi in fattori interni, quali i bisogni,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

centro commerciale
gdo
carrefour
ipermercato
comportamento consumatore
convenience store
discount
supermercato
processo di acquisto
cash and carry
factory outlet
format distributivi
store brand
leve retail mix
evoluzione gdo in europa
evoluzione gdo in italia
influenze sul comportamento
punto vendita libero servizio
grande superficie specializzata
grande magazzino
caratteristiche grande distribuzione
determinanti di acquisto
segmenti domanda dei format
store

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi