Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le relazioni tra la Federazione Russa e l'Unione Europea. Una partnership strategica (1990-2008)

Il tema della tesi è la partnership strategica tra la Federazione Russa e l'Unione Europea. Nel presente lavoro si è partiti da un excursus storico sulle vicende politiche ed economiche che si sono susseguite in Russia e in UE nell’arco di tempo che va dal 1990 al 2008. Successivamente si è descritto l’avvio della collaborazione tra i due soggetti, i cui negoziati iniziati nel 1991 si sono conclusi con la firma di un Accordo di Cooperazione e Partenariato nel 1994. Il secondo capitolo contiene la traduzione dal russo e il commento al Documento di Strategia russo presentato da Putin al summit di Helsinki nel 1999, in cui vengono elencati gli ambiti e i settori per i quali, secondo la Russia, una più profonda cooperazione risulta essere vantaggiosa per entrambe le parti. L'ultimo capitolo contiene la descrizione e l'analisi dell'agenda dei Quattro Spazi Comune, strumento grazie al quale la partnership tra le due parti si è evoluta ed è divenuta più forte. Infine, si è proceduto a delineare quelli che potrebbero esseri gli scenari futuri nella cooperazione tra Russia e UE e a quali questioni essi saranno chiamati a dare risposte adeguate e soddisfacenti.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione All’indomani del crollo dell’Unione Sovietica, le sorti mondiali sono mutate profondamente e rapidamente, ridisegnando non solo i confini geografici ma anche gli equilibri politici e strategici. A testimonianza di quanto affermato vi sono i casi della Russia e dell’Unione Europea che sin dagli anni Novanta hanno subito intensi processi di trasformazione interna che hanno avuto notevoli riflessi sul sistema delle relazioni internazionali. Da una parte, vi è la Russia che con una rapida e dolorosa trasformazione è divenuta una Federazione sposando il modello economico occidentale, ovvero quello capitalista; dall’altra vi è l’Unione Europea, la quale anch’essa tra spinte in avanti e battute d’arresto ha attraversato un’importante fase di riconfigurazione del suo apparato istituzionale; infatti, essa non solo si è ingrandita da un punto di vista numerico, a seguito delle operazioni di allargamento, ma ha anche accresciuto notevolmente i suoi poteri decisionali e le sue competenze esclusive nell’ambito di alcune politiche fino a pochi decenni prima considerate appannaggio dei soli Stati sovrani. Alla luce di questa nuova situazione geopolitica i due soggetti hanno sentito l’esigenza di avviare una nuova fase nelle loro relazioni, caratterizzata fino ad allora dal confronto ideologico, dalle ostilità e dai sospetti. Oggi, superato quel periodo, Russia e Unione Europea hanno raggiunto una forte intesa, fino ad arrivare a creare quella che loro stessi chiamano partnership strategica, la cui evoluzione ed analisi rappresenta l’oggetto di questa tesi. Nel presente lavoro si è partiti da un excursus storico sulle vicende politiche ed economiche che si sono susseguite in Russia e in UE nell’arco di tempo che va dal 1990 al 2008, scegliendo simbolicamente l’anno in cui è iniziata l’ascesa al potere di Boris Nikolaevič El’cin, e l’anno in cui è scaduto il secondo mandato presidenziale di Vladimir Vladimirovič Putin. Successivamente si è descritto l’avvio della collaborazione tra i due soggetti, i cui negoziati iniziati nel 1991 si sono conclusi con la firma di un Accordo di 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Giulia Ambrosio Contatta »

Composta da 110 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3299 click dal 05/01/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.