Skip to content

El Lunfardo: la lengua del tango

Informazioni tesi

  Autore: Irene Capizzi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2005-06
  Università: Università degli Studi di Trento
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lettere
  Relatore: Renzo Tommasi
  Lingua: Spagnolo
  Num. pagine: 50

El objetivo de mi tésis es el estudio de la lengua usada en las letras del tango-canción, como expresión y símbolo nacional de Argentina, en el periodo desde 1870 hasta 1930.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
5 Introdución El tango ahora es considerado el sinónimo y símbolo de Argentina en todo el mundo, siendo un claro y fuerte elemento de identificación para su pueblo. Nació y se desarrolló en Buenos Aires, recibiendo todas las novedades y cambios que sufrió la ciudad porteña incluso abarcando todas las realidades sociales y étnicas. Por eso hasta su nacimiento siempre ha sido considerado la música y el baile popular por excelencia. Además de esto, siendo Buenos Aires un grán crisolo de muchas lenguas, el tango se reflejó en esta variedad de idiomas que se habla en la ciudad porteña, de hecho la lengua del tango no es el castellano más puro, la lengua hablada por los estratos altos de la sociedad, sino “manchado” por las diferentes hablas o dialectos de los inmigrados llegados a Argentina. La interpretación corriente que se da del lunfardo es la de un argot que tiene orígen en el Río de la Plata a partir de la segunda mitad del siglo XIX y que forma parte de la lengua hablada por los argentinos y uruguayos. Esta nueva lengua que mano a mano iba naciendo y difundiéndose tenía como base, sobre todo gramaticalmente, el castellano, pero en ella se iban introduciendo neologismos procedentes de los dialectos de los inmigrados. Paralelamente a esta nueva lengua, el “lunfardo”, iba desarrollando otro fenómeno, el del “cocoliche”, una jerga nacida gracias a los italianos que intentaban hablar español, que ha tenido menos fama que el lunfardo. A pesar de la lengua, el aporte italiano ha sido muy significativo por el nacimiento del tango, Pascual Contursi -de clara orígen italiano- fue el padre del tango-canción así como es conocido hoy. El lunfardo penetró en fuerte porcentaje en un fenómeno cultural tan entrañablemente proprio del Río de la Plata como es el tango que se convirtió en el poderoso canal y vehículo de difusión. En sus inicios el tango encontró muchas dificultades en emerger porque los estratos altos de la sociedad veían en este baile solo la orígen humilde relacionado con los postríbulos y la mala vida. Cuando llegó a ser aceptado por todos llegó por fin a ser identificado como símbolo nacional.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

argentina
tango
lunfardo
cocoliche
carlos gardel

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi