Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'immigrazione nel Diritto dell'Unione europea

Il mio lavoro si concentra sull’analisi del fenomeno migratorio nell’Unione europea in chiave giuridica e di come le istituzioni comunitarie abbiano fronteggiato la problematica. Dalla constatazione delle differenze e disparità normative dei singoli Paesi dell’Ue, l’obiettivo finale è di capire come l’Unione europea possa meglio gestire la problematica dell’immigrazione in modo comune e unitario. Ho cercato, inoltre, di pensare a delle soluzioni e risposte alle sfide che l’immigrazione pone alle società odierne, a partire dalla comprensione delle cause e degli effetti del fenomeno. Inoltre, per una conduzione di un’analisi più completa del fenomeno migratorio, ho scelto due casi concreti: quello rappresentato dal controverso caso delle espulsioni dei Rom da parte delle Francia, che ha posto alla ribalta la problematica dell’integrazione della minoranza dei Rom all’interno dei Paesi dell’Ue e il caso dei respingimenti di immigrati verso la Libia, attuati recentemente dal Governo italiano.

Mostra/Nascondi contenuto.
VII INTRODUZIONE Il presente lavoro si concentra sull’analisi del fenomeno migratorio nell’Unione europea in chiave giuridica e di come le istituzioni comunitarie abbiano fronteggiato la problematica. Dalla constatazione delle differenze e disparità normative dei singoli Paesi dell’Ue, l’obiettivo finale è di capire come l’Unione europea possa meglio gestire la problematica dell’immigrazione in modo comune e unitario. Si è cercato, inoltre, di pensare a delle soluzioni e risposte alle sfide che l’immigrazione pone alle società odierne, a partire dalla comprensione delle cause e degli effetti del fenomeno. Inoltre, per una conduzione di un’analisi più completa del fenomeno migratorio, si è voluto scegliere due casi concreti: quello rappresentato dal controverso caso delle espulsioni dei Rom da parte delle Francia, che ha posto alla ribalta la problematica dell’integrazione della minoranza dei Rom all’interno dei Paesi dell’Ue e il caso dei respingimenti di immigrati verso la Libia, attuati recentemente dal Governo italiano. Tra le ragioni che ci hanno portato a prendere in esame questo ambito vi è l’interesse di approfondire uno degli aspetti più importanti del fenomeno immigratorio: la tutela dei diritti umani dei migranti nei Paesi di accoglienza, che negli Stati membri dell’Unione europea e si può dire più “evoluti” dal punto di vista delle istituzioni democratiche e civili, non dovrebbe mai mancare, ancor più in considerazione delle persone più vulnerabili e socialmente deboli, quali gli immigrati. Si è scelto, infine, di analizzare il fenomeno migratorio nell’ambito prettamente comunitario, perché risulta quanto mai attuale e stimolante capire le difficili dinamiche che stanno dietro alle complicate relazioni e rapporti politici fra l’Unione e i singoli Stati membri. Dal punto di vista metodologico, si è condotta l’analisi consultando la vasta letteratura in materia, attraverso ricerche bibliografiche presso il Centro di Documentazione europea dell’Istituto Universitario di Studi Europei e la Biblioteca “F. Ruffini” del Dipartimento di Scienze Giuridiche di Torino. Per la stesura del presente lavoro sono stati consultati diversi siti web ufficiali delle istituzioni europee, in special modo la Commissione e il Consiglio per l’individuazione delle fonti comunitarie che disciplinano la materia; delle organizzazioni internazionali che si occupano di diritti umani, quali l’ONU e le sue agenzie specializzate, quale l’Alto Commissariato per i rifugiati (UNHCR); delle varie associazioni nazionali che hanno fornito un valido supporto con la loro ampia documentazione sulla protezione dei

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Alice Mounirah Zilioli Contatta »

Composta da 218 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 14309 click dal 20/01/2012.

 

Consultata integralmente 22 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.