Skip to content

Copyright e marketing del web 2.0: Il caso Twitter e Mad Men

Informazioni tesi

  Autore: Davide Magni
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Maria Luisa Leonini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 48

Il Web 2.0 si è affermato come modello e cultura di partecipazione online. Non per questo il Web 2.0 si può considerare come situazione definitiva dell’evoluzione della rete. Nuovi strumenti e tecnologie modificano in continuazione le modalità di interazione online, allargando la base utenti e influenzando i contenuti.
Questa tesi si pone l’obiettivo di evidenziare come la frequente nascita di nuove possibilità di produzione e distribuzione di contenuti da parte degli utenti del Web 2.0 avvenga più velocemente di quanto la relativa giurisprudenza e i professionisti del settore siano in grado di prevedere.
Esemplare di questa situazione è infatti il rapporto tra fan fiction online e la detenzione dei diritti di proprietà intellettuale.
Con un occhio di riguardo agli aspetti di marketing piuttosto che sociologici, allontanandomi dai cultural studies sulla fan fiction, la tesi tratta la vicenda di Mad Men, telefilm di produzione americana, e Twitter, social network di ultima generazione, perché esemplare, non solo della confusione relazionale tra consumatori e case produttrici, ma anche perché offre spunti per elaborare una strada di marketing comune da mettere in atto sul Web 2.0.
I fans sono favoriti dalla tecnologia e la marca può trarre benefici dall’esposizione della loro attività. Ma il branding online è molto più di una risposta ai cambiamenti in atto. Si tratta di un’interazione prolungata, che richiede flessibilità. Si tratta della necessità di mostrare i veri colori, la personalità, della marca. Le marche devono decidere come adattarsi alle regole di partecipazione in evoluzione, mantenendo la passione dei fans intatta. Per avere successo, bisogna abbandonare il concetto di “management” abbracciando invece quello di “engagement”, cioè non più insistere nel cercare di dirigere le voci dei fans, mantenendo una sorta di controllo, ma impegnarsi nel farle proliferare liberamente. Questo richiede un nuovo insieme di regole, che le marche non sempre controllano. Ciò significa più ascolto e più interazione. La grande opportunità in questo mondo è che ognuno di noi può avere una parte nel definire le nuove regole.
Il percorso seguito parte da una contestualizzazione della situazione televisiva odierna, che si presenta come uno stadio transitorio verso un medium televisivo che consentirà, da una parte, più interazione per i consumatori e dall’altra una targetizzazione dell’audience, con l’offerta di contenuti mirati a pubblici ristretti. Dopo di che, illustro le moderne dinamiche di marketing, messe in atto dai networks televisivi e non, che sfruttano il Web come terreno di socializzazione e come veicolo di diffusione dell’immagine del brand. La creazione di un prodotto di culto, l’attenzione verso il “capitale emozionale” dei consumatori fedeli, la costruzione di una “brand community”, sono passaggi essenziali per il successo di un prodotto d’intrattenimento. Grazie però alla visibilità e alla potenzialità acquisita dai fans, si crea uno spazio di discussione ideologica su quella che può essere definita la linea di divisione fra produttori e consumatori.
Tratto così, poi, i diversi e contrastanti approcci utilizzati dai detentori dei copyrights con i fans dei loro prodotti, partendo da un’analisi delle attuali legislazioni dei diritti d’autore e le loro impostazioni culturali.
Entrando più nello specifico del caso oggetto di studio, descrivo la serie televisiva Mad Men e i punti di contatto online con i suoi spettatori, il social network Twitter e le sue potenzialità d’utilizzo laterale.
Nell’ultimo capitolo analizzo l’intera vicenda e le sue possibili interpretazioni.
Ovviamente gli strumenti utilizzati nella mia ricerca sono stati, maggiormente, proprio i mezzi tipici del Web 2.0: siti internet wiki, blog, social network, forum. Integrati, però, da impianti teorici accademici e da articoli di quotidiani in carta stampata, a dimostrazione di come i vecchi e i nuovi media possano convivere e convergere in questa era di cambiamenti dei mezzi di comunicazione.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 2. LA TELEVISIONE IN EVOLUZIONE La televisione è il medium più diffuso e con più forza di penetrazione, divenuto ormai un elettrodomestico indispensabile per la quasi totalità delle famiglie della società odierna. Questo grazie alla sua capacità di attrarre ed unire enormi platee davanti ad un medesimo contenuto trasmesso da un luogo remoto ai vari apparecchi sintonizzati nello stesso momento. Questa modalità di trasmissione, detta broadcast, dopo più di mezzo secolo di immutabilità tecnologica sta incontrando oggi alcune difficoltà e mutamenti che si stanno rivelando allo stesso tempo opportunità e minacce per i produttori televisivi. L‟avvento di Internet, del digitale, della banda larga e della telefonia mobile con la tecnica dell‟UMTS sta facendo della televisione un mezzo in evoluzione. Questi cambiamenti tecnologici non portano ad una lenta estinzione del mezzo televisivo ma ne cambiano le potenzialità consentendo gradi differenti di interattività ai consumatori, dal semplice zapping fra i sempre più numerosi canali, alla visione asincrona, fino alla possibilità di creare loro stessi i contenuti; generando nuovi modelli di business, passaggio dalla televisione in chiaro alla Pay-Tv grazie alla capacità di criptaggio del segnale; espandendo le occasioni di fruizione grazie al processo di convergenza fra i vari media che permette la visione su diversi supporti. Questa evoluzione tecnologica non solo permette la visione della Tv in contesti diversi ma consente la trasmissione di un numero praticamente infinito di canali differenti aumentando la scelta per il telespettatore facendolo allontanare pian piano dai contenuti mainstream. Lo spettatore odierno non può più essere visto come soggetto passivo e prevedibile, fedele al network, ma

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi