Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Alle origini del nederlandese: l'antico basso francone

In questa tesi si ripercorrono diacronicamente le tappe fondamentali della storia del nederlandese, con particolare attenzione rivolta alla sua fase antica. In considerazione della complessità nell’evoluzione storica e linguistica di quest’area germanica occidentale, si procederà ad un’analisi della situazione storica dei territori in cui tale varietà linguistica si è attestata e all’individuazione dei testi ascrivibili a questa fase.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE In questa tesi si ripercorrono diacronicamente le tappe fondamentali della storia del nederlandese, con particolare attenzione rivolta alla sua fase antica. In considerazione della complessità nell’evoluzione storica e linguistica di quest’area germanica occidentale, si procederà ad un’analisi della situazione storica dei territori in cui tale varietà linguistica si è attestata e all’individuazione dei testi ascrivibili a questa fase. Tale lavoro trae spunto dalla mia partecipazione al progetto Erasmus, che mi ha permesso di studiare nei Paesi Bassi, presso l’ Università di Leida. In Olanda ho avuto modo di familiarizzare con la lingua e la cultura e trovandomi in uno dei maggiori centri per la ricerca linguistica e filologica nel mondo, ho deciso di intraprendere questo ambizioso progetto. L’ambizione sta nel fatto che poco è stato scritto in italiano sulla storia della lingua nederlandese e le sue fonti più antiche, nonché nell’esiguità delle informazioni relative a questa tematica. La lingua nederlandese moderna è l’idioma ufficiale del Regno dei Paesi Bassi e di parte del Regno del Belgio, Suriname e Antille olandesi. È la terza lingua germanica per importanza, dopo l’inglese e il tedesco. È caratterizzata da cospicue differenze dialettali e da influenze inglesi a nord e francesi a sud. Nome ufficiale della lingua è Nederlands o Hollands (sebbene tale denominazione sia rara e sia più identificabile come una varietà dialettale), mentre per la varietà belga si suole parlare di fiammingo (nl. Vlaams); esiste ancora un’ulteriore varietà, l’Afrikaans, che è ben diversa dalla lingua madre ed è una delle lingue ufficiali della Repubblica del Sud Africa. Nell’area nederlandese odierna è presente un considerevole numero di dialetti che si aggiungono alla variegata situazione linguistica che vede la presenza anche di un’altra lingua ufficiale che è il frisone, diffuso nella regione della Frisia 1 . Quando ci riferiamo alla lingua dei 3 1 P. Brachin, La langue Nèerlandaise,essai de prèsentation, Bruxelles, Didier, 1977, (trad. P. Vincent, The Dutch Language: A Survey, Leiden, Brill, 1985, p. 1.)

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Leandro Iorio Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 869 click dal 12/01/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.