Skip to content

Analisi del settore vitivinicolo: un'indagine sulle performance delle imprese italiane.

Informazioni tesi

  Autore: Francesca Gallo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Davide Vannoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 192

Il vino rappresenta in Italia un prodotto alimentare di particolare importanza, poiché profondamente radicato nelle tradizioni culturali di tale area geografica, inoltre il bene risulta un ottimo candidato per uno studio economico. Occuparsi del settore vitinicolo ha quindi significato ricomporre un quadro d’analisi per riflettere su come i cambiamenti degli ultimi decenni si sono inevitabilmente ripercossi sull’economia italiana.
Il lavoro ha ricostruito l’evoluzione internazionale del comparto riportando gli avvenimenti più importanti riconducibili essenzialmente alla comparsa di nuovi competitors, alla caduta dei consumi nei paesi tradizionalmente utilizzatori, alla crescita degli scambi mondiali e alla congiuntura negativa che ha interessato i mercati dal 2008. Dunque, si sono volute studiare le performance delle imprese italiane, per analizzare come tale paese, tradizionalmente produttore e consumatore, si sia adattato alle esigenze scaturite da un’arena competitiva così complessa e mutevole.
L’analisi è stata effettuata su 118 imprese, un campione rappresentativo dell’offerta italiana per osservare l’andamento delle aziende dal 2003 al 2009.
Prendendo in considerazione alcuni indicatori di redditività, produttività e profittabilità si è condotto uno studio statistico descrittivo, al fine di analizzare le performance delle imprese vinicole negli anni considerati. L’indagine è stato applicata sia alla totalità delle imprese esaminate, sia alle aziende suddivise in base alla grandezza, forma giuridica, qualità del vino e provenienza geografica.
Secondo i dati ed i test effettuati, si è delineato l’andamento del settore. I risultati più rilevanti dell’analisi condotta, possano essere riassunti come segue:
il settore si dimostra concorrenziale rispetto all’Europa e ai prodotti extraeuropei: i profitti medi sono infatti aumentati nel periodo di riferimento. Inoltre, la crisi non ha colpito duramente il settore vitivinicolo, ma ha solamente generato un periodo di stallo. Le microaziende e le cooperative hanno però risentito maggiormente della crisi in termini di calo degli utili. In tale contesto, la decisione di puntare sulla qualità è per le imprese italiane una strategia per assicurarsi la sopravvivenza sui mercati.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
8 Introduzione Il vino è una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione dell’uva o del mosto. Il nome deriva dal verbo sanscrito vena (amare), da cui anche il nome latino Venus della dea Venere. Sebbene risulti difficile tracciare con precisione le origini della sua storia, studi recenti lo hanno associato già al neolitico. Alcuni esperti affermano che la bevanda sia stata prodotta involontariamente con la fermentazione di alcuni grappoli dimenticati in un contenitore, circa 10.000 anni fa nella zona del Caucaso. Solo con la civiltà egizia si sviluppa una vera e propria produzione di vino: i numerosi geroglifici giunti fino all’epoca odierna, testimoniano la preparazione enologica di tale popolo. Anche la Bibbia, all’interno della Genesi, cita la sacra bevanda e riconduce la scoperta del vino a Noè, che dopo il diluvio, avrebbe piantato una vigna dalla cui uva, produsse il vino. In epoca Romana la viticoltura ha subito un forte impulso produttivo, accompagnato da un importante incremento dei consumi, poiché il vino passa dall’essere una bevanda di tipo elitario ad una ad uso quotidiano. In tale periodo, sebbene il prodotto fosse ancora differente da quello consumato ai giorni nostri, le tecniche di produzione hanno conosciuto uno sviluppo considerevole. 1 Con il crollo dell’Impero, la viticultura è entrata in un periodo di crisi che è cessata solamente durante il Medioevo quando la bevanda ha cominciato ad essere associata a ricchezza e prestigio. In tale periodo sono nate, tecniche di coltivazione e produzione moderne rimaste immutate fino al Diciottesimo secolo. 1 www.winezone.it

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi