Skip to content

Potenzialità educative del Kung Fu in ''ragazzi difficili''

Informazioni tesi

  Autore: Luca Zanacchi
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2008-09
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze dell'Educazione
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Laura Cavana
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 93

Questo elaborato si muove nell’ intento di cercare un punto d’incontro tra due realtà apparentemente distanti come le scienze della formazione e la pratica delle arti marziali cinesi. Nella ricerca delle potenzialità educative del kung fu in preadolescenze con vissuti e storie caratterizzate da sofferenza, abbandono e violenze, ho creduto di poter sviluppare un percorso di ricerca capace di trovare un nesso tra queste due fondamentali esperienze della mia vita. Credo fermamente che le arti marziali possano essere un valido strumento negli interventi sociali e nella ricerca di una base certa su cui riferire questa mia convinzione ho ritenuto necessario sviluppare un laboratorio. Negli anni passati a praticare ho avuto la possibilità di sperimentare sulla mia pelle come e quanto il kung fu possa intervenire in modo positivo nell’opera di educazione e recupero di chi, nel proprio percorso di vita, ha incontrato ostacoli di varia natura e entità.
Il primo capitolo della tesi affronta le origini e la storia millenaria delle arti marziali cinesi. Oltre ad alcuni essenziali elementi storici e descrittivi del kung fu, in questo capitolo ho cercato di spiegare come e quanto la pratica marziale sia potuta sopravvivere nel tempo integrandosi nella cultura cinese fino a diventarne una peculiare caratteristica. Le arti marziali rappresentano infatti un’importante espressione della cultura orientale che non può in alcun modo essere limitata alla sfera della difesa della persona e dello scontro fisico. Sulla base delle informazioni raccolte e sulla base della mia esperienza diretta di quindici anni di pratica ho cercato di spiegare quali ,a mio avviso, sono le potenzialità che l’arte marziale possiede. Ritengo che questa prima fase del mio percorso sia essenziale per poter inquadrare l’argomento e poter dare un’idea, anche solo di massima, dell’argomento trattato. Nel secondo capitolo ho ritenuto fondamentale raccontare la mia esperienza nelle arti marziali cercando di chiarire come e quanto queste abbiano condizionato e migliorato fino ad oggi la mia esistenza aiutandomi a superare paure e ansie. Ritengo che questo capitolo sia fondamentale per capire il ruolo determinante della pratica marziale nella mia vita quotidiana. Il terzo capitolo entra nel merito della ricerca delle potenzialità educative delle arti marziali, presenta le attività che l’hanno preceduto a livello organizzativo e il suo sviluppo. Gli obbiettivi del laboratorio, la formazione del gruppo discente, i loro allenamenti, la loro osservazione durante lo sviluppo dell’esperienza, le valutazioni degli educatori e degli specialisti coinvolti negli interventi educativi, sono gli argomenti che in questo capitolo ricoprono un’importanza fondamentale nella ricerca di un riscontro della mia tesi iniziale. Sempre in questo capitolo ho cercato di descrivere in modo dettagliato tutto lo sviluppo dell’esperienza, documentando anche alcune fasi molto importanti come l’esame finale dei ragazzi coinvolti e riportando le loro impressioni a esperienza finita. Prima delle conclusioni finali ho ritenuto necessario riportare un confronto tra il sottoscritto e alcune figure chiave delle comunità alloggio ospitanti i minori che quotidianamente vivono con loro e che li accompagnano negli interventi educativi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 CAPITOLO 1: LE ARTI MARZIALI 1.1 DEFINIZIONE In ogni società da sempre l’uomo ha codificato metodi e tecniche di lotta che oggi definiamo marziali. In ogni cultura, compresa ovviamente quella italiana, è possibile ripercorrere a ritroso la storia e incontrare sistemi marziali codificati che in determinati momenti storici sono nati e si sono sviluppati andandosi a innestare, fino a diventarne parte integrante, nella cultura del paese assimilandone valori e significati. In Italia è sufficiente ricordare alcune tradizionali attività marziali come la scherma, la lotta greco romana, la boxe e la scherma medioevale come alcuni lampanti esempi di arti marziali occidentali sopravvissute fino ai tempi nostri e testimonianza di un passato nel quale anche il nostro paese, la nostra cultura, hanno generato, e sviluppato sistemi e pratiche marziali. Nell’osservare come in ogni cultura siano riscontrabili pratiche marziali, nell’osservare la loro disposizione sul planisfero si rende necessaria una riflessione in riferimento alle esigenze che dettarono la loro nascita e il loro sviluppo. E’ importante al fine della nostra indagine capire perché nelle culture passate si sia sentita l’esigenza di sviluppare e organizzare sistemi di difesa della persona. La risposta è facilmente rintracciabile nei segni che in ogni paese la storia ha lasciato. L’organizzazione del sistema sociale antico, meno strutturato del nostro, sicuramente meno tutelante dei diritti dei singoli e più incline a soprusi e violenze, fu in generale un forte input allo sviluppo di sistemi di difesa. Va considerato anche il livello tecnologico del passato in quanto dall’inizio dell’età del ferro, fino allo sviluppo delle

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

educazione
adolescenza
devianza
arti marziali
kung-fu
potenzialità
intervento sociale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi