Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Controllo di velocità di un motore sincrono a magneti permanenti attraverso sintesi digitale dead-beat

In questo lavoro, verrà presentata una procedura di sintesi di un controllore di velocità digitale di tipo DeadBeat applicato ad un motore elettrico.
La procedura è stata applicata, senza perdita di generalità, ad un Motore Sincrono a Magneti Permanenti; si potrà, infatti, utilizzare su qualsiasi altro tipo di motore in quanto, grazie alle moderne tecniche di Controllo Vettoriale, i modelli matematici dei vari tipi di motori risultano pressoché identici.
La sintesi del controllore DeadBeat risulta abbastanza semplice in quanto necessita dell’applicazione dell’algebra polinomiale ed esibisce le prestazioni e tutti i vantaggi del controllo studiato e progettato direttamente in digitale.
Permette di ottenere una risposta del sistema in anello chiuso, a segnali canonici, con un tempo di assestamento finito e con un errore a regime nullo.
Negli anni numerosi sono stati i ricercatori che hanno presentato approcci basati sul progetto di controllori di questo tipo, ma scarse, se non inesistenti, le applicazioni su plant reali.
In definitiva questo lavoro si presenta come valida alternativa ai classici controllori utilizzati negli azionamenti elettrici industriali, con il vantaggio principale di minori dispendi dal punto di vista computazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE In questo lavoro, verrà presentata una procedura di sintesi di un controllore di velocità digitale di tipo DeadBeat applicato ad un motore elettrico. La procedura è stata applicata, senza perdita di generalità, ad un Motore Sincrono a Magneti Permanenti; si potrà, infatti, utilizzare su qualsiasi altro tipo di motore in quanto, grazie alle moderne tecniche di Controllo Vettoriale, i modelli matematici dei vari tipi di motori risultano pressoché identici. La sintesi del controllore DeadBeat risulta abbastanza semplice in quanto necessita dell’applicazione dell’algebra polinomiale ed esibisce le prestazioni e tutti i vantaggi del controllo studiato e progettato direttamente in digitale. Permette di ottenere una risposta del sistema in anello chiuso, a segnali canonici, con un tempo di assestamento finito e con un errore a regime nullo. Negli anni numerosi sono stati i ricercatori che hanno presentato approcci basati sul progetto di controllori di questo tipo, ma scarse, se non inesistenti, le applicazioni su plant reali. In definitiva questo lavoro si presenta come valida alternativa ai classici controllori utilizzati negli azionamenti elettrici industriali, con il vantaggio principale di minori dispendi dal punto di vista computazionale.

Laurea liv.I

Facoltà: Ingegneria

Autore: Nicola Sciacovelli Contatta »

Composta da 88 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1634 click dal 07/02/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.