Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Semplificazione e rilevanza dell'interesse ambientale nella legge 241/1990 e successive modifiche

L'attività dell'amministrazione pubblica italiana molto spesso più che essere vista come attività di supporto nel realizzare i fini pubblici dello stato è vista come lenta, inefficace e poco rispondente ai principi di buon andamento e imparzialità contemplati dall'art. 97 della Costituzione. Questa norma oltre rivolgersi al legislatore per dettare principi fondamentali a cui si deve ispirare nell'attività legislativa, si rivolge anche alla pubblica amministrazione e alle sue strutture organizzative che hanno il compito di provvedere alla cura dei pubblici bisogni, e lo fa in particolare con il principio di buon andamento con cui s'intende l'esigenza di buona amministrazione concepita per realizzare gli interessi della collettività nel modo migliore possibile.

È evidente quindi il bisogno di "semplificazione" del comparto amministrativo che risulta poco rispettoso dei dettami costituzionali per via di un sistema organizzativo della pubblica amministrazione troppo complesso.

Semplificazione amministrativa significa quindi snellire e velocizzare l'azione amministrativa, renderla più efficiente ed economica e non rappresenta un fine da perseguire ma, piuttosto, un mezzo per migliorare sia l'organizzazione interna della pubblica amministrazione, sia il suo rapporto con i cittadini, con i soggetti economici, con le formazioni sociali e ovviamente con tutti coloro che operano all‟interno del sistema amministrativo stesso.

Proprio per questo la semplificazione amministrativa viene utilizzata anche come sinonimo di riforma amministrativa, cioè di un cambiamento complessivo dell'amministrazione finalizzato a renderla oltre che, come già detto, più efficiente, rapida ed economica, anche più trasparente, accessibile e vicina ai cittadini.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE L‟attività dell‟amministrazione pubblica italiana molto spesso più che essere vista come attività di supporto nel realizzare i fini pubblici dello stato è vista come lenta, inefficace e poco rispondente ai principi di buon andamento e imparzialità contemplati dall‟art. 97 della Costituzione. Questa norma oltre rivolgersi al legislatore per dettare principi fondamentali a cui si deve ispirare nell‟attività

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Claudio Cau Contatta »

Composta da 105 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 5622 click dal 10/02/2012.

 

Consultata integralmente 10 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.