Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Soluzione analitica per il problema delle vibrazioni libere e forzate di una trave laminata magneto-elettro-elastica

Nella presente tesi è stato sviluppato un modello analitico mono-dimensionale, al fine di ottenere una soluzione in forma chiusa per il problema delle vibrazioni libere e forzate di travi laminate magneto-elettro-elastiche multi-stratificate. Il problema meccanico è stato affrontato con un approccio teorico di tipo classico, integrando nel legame costitutivo i contributi degli accoppiamenti piezoelettrici e piezomagnetici. Le equazioni di compatibilità sono state derivate assumendo il modello cinematico ipotizzato dalla teoria della trave di Timoshenko, in cui si considera non trascurabile il contributo deformativo dello scorrimento a taglio. Il campo di deformazioni ottenuto è stato integrato nelle equazioni fondamentali dell'elettrostatica e magnetostatica, nell'ipotesi di campi elettrici e magnetici quasi-stazionari e in assenza di densità di carica e correnti elettriche, derivando le leggi di variazione dei rispettivi potenziali scalari e dei campi d'induzione lungo gli spessori. Per poter determinare univocamente i potenziali e le induzioni, sono state poi assegnate le condizioni magneto-elettriche al contorno sulle facce superiori e inferiori della trave. Il problema dinamico è stato impostato scrivendo le equazioni indefinite del moto in termini di caratteristiche di sollecitazione. In particolare, si è constatato che le grandezze magneto-elettriche entrano nella soluzione sottoforma di un carico assiale e di un momento flettente equivalenti per unità di lunghezza. Lo studio della dinamica libera è stato condotto risolvendo il sistema di equazioni differenziali omogenee di governo, ottenute ponendo uguale a zero le forzanti applicate meccaniche e magneto-elettriche equivalenti, determinando attraverso il metodo della separazione di variabili le forme modali e le frequenze naturali associate ai singoli modi propri vibrazionali. Il problema delle vibrazioni forzate è stato risolto mediante la definizione di operatori simbolici differenziali, che hanno consentito di ricavare una soluzione particolare, da sovrapporre alla soluzione del sistema omogeneo associato. Si è potuta ottenere la soluzione generale e la risposta in frequenza per una trave piezoelettrica a 4 strati doppiamente incastrata, a cui è stata applicata una forzante meccanica trasversale tempo-armonica e con distribuzione assiale di tipo sinusoidale. Per controllare la validità del modello analitico proposto, si sono infine effettuate comparazioni fra le frequenze naturali calcolate analiticamente e quelle ricavate mediante metodo numerico approssimato agli elementi finiti e/o disponibili in letteratura.

Mostra/Nascondi contenuto.
CAPITOLO1

Tesi di Laurea

Facoltà: Ingegneria

Autore: Emiliano Niceta Contatta »

Composta da 172 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1181 click dal 09/02/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.