Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La tutela della concorrenza nel settore del trasporto aereo, il caso Alitalia

La tesi si occupa di trattare la concorrenza del settore del trasporto aereo, con particolare riferimento al caso Alitalia.
Il caso Alitalia è stato trattato in modo da far emergere le anomalie sorte nel momento in cui la compagnia stava fallendo e si e' deciso di lasciar la parte "buona" ad una compagnia di privati.
La nuova compagnia nasce con degli aspetti sopratutto in merito a rotte e slot che non risultano conformi a norme antitrust...la stessa Authority ha avuto un comportamento soft nel momento in cui la compagnia stava nascendo.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 Introduzione Il diritto antitrust si propone di creare un complesso di norme che impedisca al sistema economico di passare da un assetto concorrenziale ad assetti monopolistici. In Italia la nascita del diritto antitrust risale al 1990. Il diritto antitrust si propone di effettuare interventi di riequilibrio del mercato, in modo da evitare che esso evolva in senso anticoncorrenziale e di regolare i comportamenti degli operatori in mercati monopolistici ed oligopolistici. In Italia l’ organo di controllo è l’ Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) mentre nel diritto comunitario è rappresentato dalla stessa Commissione Europea. Le fattispecie tipizzate sono classificate in abusi, intese e concentrazioni. La tesi si occupa di trattare la concorrenza nel settore del trasporto aereo ponendo particolare attenzione sul caso Alitalia, cioè sulla nascita della nuova Alitalia denominata CAI. PerchØ porre attenzione su questa compagnia? L’ importanza del caso Alitalia non è tanto dovuto a come sia nata la compagnia sotto il profilo imprenditoriale, cioè una cordata di soggetti privati i quali hanno deciso di rilevare una parte della compagnia per fondarne una nuova liberata dai debiti della precedente. Il vero motivo di interesse, ed è qui che entra in gioco l’ Autorità Antitrust, è vedere quali siano stati i passaggi piø importanti che ne hanno portato alla nascita e le conseguenze per il mercato del trasporto aereo, soprattutto, nel nostro caso, nel mercato domestico, analizzando cosa ha dovuto fare e cosa avrebbe dovuto fare l’ Antitrust a fronte di tale situazione. Come vedremo di seguito in maniera piø dettagliata, CAI nasce e opera in regime di monopolio su molte rotte con il benestare dell’ Antitrust. Ciò è stato possibile con un provvedimento che dopo il salvataggio della compagnia limitava i poteri dell’ Antitrust garantendo i profitti stabiliti all’ interno del c.d Piano Fenice. La stessa Autorità, nonostante avesse denunciato il regime monopolistico consequenziale alla nascita di CAI, ha dovuto emettere un provvedimento soft con le condizioni di operatività a cui CAI deve sottostare.

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Filippo Balleri Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3881 click dal 21/02/2012.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.