Skip to content

Tav in Val di Susa: una vicenda controversa

Informazioni tesi

  Autore: Nicolo' Salis
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della Comunicazione
  Relatore: Luciana Giacheri Fossati
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 208

Il Tav Torino-Lione è stato, ed è ancora oggi, uno degli argomenti più dibattuti, contestati e controversi in materia di infrastrutture e trasporti nel nostro Paese. Nato nei primi anni ’90, il progetto di collegamento ferroviario ad alta velocità fra le due città scatenò da subito una forte opposizione da parte degli abitanti della Valle di Susa. Il movimento No Tav pone al centro della sua forte e prolungata opposizione tre argomenti principali: la questione ambientale e l’invasività dell’opera nel territorio; la necessità dell’opera in termini di benefici economici che, secondo gli studiosi del movimento, sarebbe inesistente sia per quanto riguarda il trasporto di merci che per quello di passeggeri; la questione finanziaria che si inserisce nel cosiddetto project financing, una modalità di finanziamento per le grandi opere già utilizzato per l’alta velocità in Italia. La seconda parte del lavoro analizza il rapporto tra la vicenda e l’informazione nazionale, in particolare attraverso l’analisi dei quotidiani “La Stampa”, “La Repubblica” e “Luna Nuova”, un bisettimanale locale, in relazione a tre momenti diversi e lontani fra loro: la stagione degli attentati ai danni dell’opera da parte di presunti eco-terroristi nel 1996, per il quale furono incriminati tre giovani anarchici e il tragico epilogo della vicenda; lo sgombero violento da parte della forze dell’ordine del presidio No Tav avvenuto nella località di Venaus nel 2005; l’estate di tensione del 2011 e la manifestazione di Giaglione avvenuta nell’ottobre dello stesso anno.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE La mia conoscenza della vicenda del Tav Torino-Lione in Valsusa era piuttosto scarsa e superficiale. Ne sapevo più o meno come gran parte degli italiani che leggono regolarmente i quotidiani: sapevo che si voleva costruire una nuova linea ferroviaria ad alta velocità che collegasse fra loro le città di Torino e Lione e che questo progetto aveva causato un’opposizione ferma e determinata soprattutto negli abitanti della Valsusa. Tuttavia un elemento di questa vicenda mi aveva fortemente colpito: la prolungata, organizzata e decisa opposizione del movimento No Tav. Chi erano questi fantomatici “No Tav”? E quali i motivi di una protesta del genere? Possibile che la situazione non fosse in qualche modo risolvibile? Perché un’intera popolazione che dà vita a più di vent’anni di protesta, pensavo, deve avere i suoi validi motivi. Il problema era che leggendo i giornali o guardando i telegiornali, tali motivi spesso restavano un mistero. Ho deciso dunque di approfondire la conoscenza di questa lunga e complicata vicenda partendo da una bibliografia di base supportata da ogni genere di materiale inerente al tema: siti internet, articoli di quotidiani, inchieste televisive, discussioni, convegni e dibattiti. Da un punto di vista analitico, il mio studio si compone di quattro capitoli. Più in dettaglio, il primo riguarda una sintesi delle vicende e dei protagonisti principali della questione Tav Torino-Lione, dai primi progetti e dalle prime discussioni alla fine degli anni ’80 inizio degli anni ’90, fino ad arrivare alle ultime recenti proteste del movimento No Tav dell’estate 2011. L’analisi dei motivi dell’opposizione all’opera entra nel vivo nel secondo capitolo, il cui obiettivo è ricostruire le questioni che, durante gli anni, sono state sollevate da studiosi ed esperti in grado di mettere in dubbio

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

tav
stampa
anarchici
torino-lione
val di susa
alta velocità
no tav
venaus
black bloc
ferrovie
lupi grigi
project financing

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi