Skip to content

La violenza nei legami intimi: analisi dei fattori di rischio dell'IPV attraverso la griglia di codifica per le storie di coppie violente

Informazioni tesi

  Autore: Antonietta Marciano
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Roma La Sapienza
  Facoltà: Psicologia
  Corso: Psicologia
  Relatore: Marisa Malagoli Togliatti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 168

Il termine “violenza” affonda le radici nel sostantivo latino “vis” che vuol dire forza, una forza esercitata da un autore a danno di una vittima. Il termine “domestica” sembra mal sposarsi col concetto di forza in quanto si riferisce a qualcosa di familiare.
Se sotto il profilo linguistico vi è contrasto fra i due termini “violenza-domestica”, essi trovano coniugazione nel concreto, nella realtà, nell’incontro tra individui che in ogni caso non sono riconducibili a un unicum e nella interrelazione manifestano “anche” violenza (http:// ispels.html). La sua prevenzione e perseguibilità sono difficili e incerte poiché “questa” violenza si colloca in un ambito che continua a essere ritenuto “privato”, nel quale le ragioni delle regole che governano la convivenza civile si confrontano e si scontrano con quelle delle regole e della complessità del rapporto interpersonale, coniugale o parentale e con le permanenze di una lunga tradizione culturale che percorre l’evoluzione dell’istituzione familiare.
Nel presente lavoro parleremo di Intimate Partner Violence, la violenza che caratterizza i legami intimi che, nella maggior parte dei casi, è perpetrata dal partner maschile nei confronti di quello femminile all’interno delle mura domestiche. Oltre ad essere una violenza legata alla asimmetria tra i ruoli maschili e femminili derivanti dalla cultura patriarcale, l’IPV è una violenza peculiare al legame di coppia che si instaura tra il perpetratore e la vittima. La nostra ricerca ha l’obiettivo di indagare sui fattori di rischio che concorrono a determinare dinamiche violente all’interno di una relazione.
Nel primo capitolo illustreremo le caratteristiche dell’IPV e le modalità con cui può manifestarsi all’interno della coppia (violenza psicologica, fisica, sessuale, economica, violenza assistita, stalking).
Il secondo capitolo sarà dedicato allo studio dei fattori di rischio, non soltanto dando spazio ai singoli approcci teorici che hanno cercato di spiegare i possibili fattori causali della violenza (modello psicodinamico, modello sistemico, modello dell’apprendimento sociale, modello psicodinamico intersoggettivo), ma soprattutto considerando l’approccio alla violenza secondo il modello ecologico, nello specifico, gli studi condotti dall’OMS (2002) e da Malagoli Togliatti e Mazzoni (2009).
Nel terzo capitolo presenteremo la nostra ricerca condotta su un campione di venti coppie con dinamiche violente analizzate attraverso la “griglia di codifica per le storie di coppie violente” (Iesu, Caravelli, Petrarca, 2006) (cfr. Appendice).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 1.1 Che cos’è la IPV? « La violenza contro le donne è forse la violazione dei diritti umani più vergognosa. E forse è la più pervasiva. Non conosce limiti geografici, limiti culturali o di ricchezza. Fintanto che continua non possiamo dichiarare di fare reali progressi verso l'uguaglianza, lo sviluppo e la pace. » (Kofi Annan, Nazioni Unite, 1999). La violenza perpetrata all‟interno della coppia rappresenta una tematica molto controversa: considerata un tabù per molti anni e, ancora adesso, nonostante le campagne di sensibilizzazione di diversi Paesi ed il lavoro delle associazioni femminili, il fenomeno rimane ancora largamente sottostimato e socialmente poco percepito a causa della difficoltà delle vittime a denunciarlo, della scarsità delle indagini di vittimizzazione e della inadeguata formazione degli operatori dei servizi che quotidianamente si imbattono nei casi di violenza domestica, come le Forze dell‟Ordine, i servizi socio-sanitari ed il sistema giudiziario (Romito, 2000). “Quando lui è tornato dalla cena,[…] mi ha dato un calcio dietro la schiena e ho avuto perdite ematiche.” “Poi mi diceva che era colpa mia, perché lui era nervoso ed io dovevo capire, dovevo lasciarlo perdere […]. Lui mi urlava in faccia […]. Poi, sempre litigando, per tenermi la bocca chiusa, mi ruppe il setto nasale.” (Gainotti M. A., Pallini S., 2008, pg. 20). Sono queste parole di donne vere, testimonianze reali di episodi che troppo spesso pervadono la vita familiare, spesso taciuti, negati, rimossi ma pur sempre indelebili nella mente delle vittime. Soltanto negli ultimi quaranta anni l‟interesse degli studiosi che si occupano delle relazioni di coppia si è concentrato sullo studio delle varie forme di violenza che possono verificarsi all‟interno di un rapporto intimo ed è per questo motivo che, attualmente, si preferisce al termine violenza domestica - che rimanda ad una idea di violenza circoscritta, protetta da sguardi o interessi indiscreti, all'interno delle mura domestiche - quello di Intimate Partner Violence (IPV), violenza tra partner intimi, che meglio sottolinea e precisa il concetto di

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

violenza psicologica
coppia
stalking
violenza assistita
violenza fisica
violenza economica
intimate partner violence
fattori di rischio violenza
modello ecologico e oms
griglia di codifica per storie di coppie violente

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi