Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Commendationes e benefici nell'epistolario di Libanio

La tesi riguarda le lettere di raccomandazione dell'epistolario di Libanio, retore di Antiochia del IV secolo d.C. Il primo capitolo illustra il valore storico delle commendationes in vari autori greci e latini, pagani e cristiani. I capitoli successivi si concentrano su Libanio, analizzano e classificano le sue circa 800 lettere, che contengono raccomandazioni e richieste di favori, in base al contenuto, al destinatario, e al beneficiario. Si distinguono favori generici, burocratici, giudiziari, economici e collettivi. Numerose informazioni prosopografiche emergono da queste missive. La rete sociale di Libanio comprende funzionari palatini e provinciali, retori, allievi e decurioni, e si estende in molte province orientali dell'Impero: Siria, Palestina, Egitto e Armenia, e sebbene egli sia di religione pagana, non mancano alcuni Cristiani tra i suoi amici.

Mostra/Nascondi contenuto.
PRIMO CAPITOLO RACCOMANDAZIONI LETTERARIE E DOCUMENTARIE DA CICERONE A SIDONIO APOLLINARE . TABELLE ILLUSTRATIVE Le raccomandazioni sono richieste di favore di diverso genere presenti nella Antichità classica dall'età ellenistica a quella tardo antica. I soggetti in esse presenti sono il mittente che manda la lettera, il destinatario che la riceve e il beneficiario che ottiene il favore richiesto. Dunque è possibile classificare questi testi in base al loro contenuto (in verità non sempre definibile con chiarezza, ma comunque individuabile, almeno sommariamente), alla condizione del destinatario e a quella del beneficiario. Gli autori qui presi in considerazione sono Cicerone, Plinio il giovane, Frontone, Simmaco, Basilio, Gregorio Nazianzeno, Sinesio, Teodoreto, Sidonio Apollinare e Ennodio . A Libanio sono dedicati i capitoli successivi Raccomandazioni in Cicerone divise per contenuto Primo gruppo Raccomandazioni e favori generici e vari non definiti Raccomandazioni e favori generici e vari non definiti ( II, 6 per Milone ) ( III,1 per Fania , Cilice e Lucio Valerio) ( V, 5 per Attico ) ( VI. 9 per Aulo Cecina ) ( VII, 5 per Trebazio) ( VII,21 per Silio ) ( IX, 18 per Subernio Caleno e Planio Erede ) ( XI,22 per Appio Claudio ) ( XII, 6 per Bruto ) ( XIII, 1 , XIII,5, XIII,6 dossier per Cuspio e Giulio) (XIII,3 e XIII,12 per Fufio) ( XIII, 13 per Castronio Peto) ( XIII, 15 per Precilio) (XIII, 16 per Publio Crasso) , ( XIII, 17 per Manio Curio) (XIII,18 per Attico) ( XIII,20 generica ) ( XIII,25 per Egesareto) (XIII,36 per Demetrio Mega) (XIII,29 e XIII,32 per Arcagato ) (XIII,31 per Caio Flavio ) (XIII,35 per Avianio Filosseno) (XIII,39 per Titurnio) (XIII 49 per Pompeo) ( XIII,51 per Marcidio) (XIII,52 per Aristotele) (XIII,54 per Marcilio) (XIII, 60 per Livineio Trifone), (XIII, 70 ; XIII,71 per Tito Agusio) ( XIII,75 per Avianio Flacco) ( XIII, 76 per Valgio Ipponiano ) Secondo gruppo Raccomandazioni e favori burocratici e amministrativi ( VII, 8 per Preciano tribuno militare) ( XI,16 , XI, 17 per Lucio Lamia ) ( XII, 21 per legatus Caio Anicio) ( XII, 24 per Pinario) (XIII,68 per provincia d' Asia ) Terzo gruppo Raccomandazioni e favori giudiziari ( II, 14 per Marco Fabio a Laodicea ) (IX, 25 per Marco Fadio ) (XIII,41 e XIII,42 per Lucceio) (XIII,58 per Custodio) (XII,59 per Fannio) ( I, 3 per Trebonio negotiator ) 3

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Michele Rossi Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 515 click dal 02/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.