Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Povertà e denaro in Keep the Aspidistra Flying

L’interesse di approfondire con una tesi di laurea Keep the Aspidistra Flying nasce dall’ossessione profonda e particolare dello scrittore nei confronti del denaro. Per quale motivo Orwell avrebbe dovuto dedicare un’altra opera, dopo Down and Out in Paris and London (1933), Burmese Days (1934) e The Clergyman’s Daughter (1935) al tema della povertà e dell’emarginazione sociale come diretta conseguenza della mancanza di denaro? Durante lo studio che segue verranno analizzati in primis alcuni episodi che probabilmente, anche se non ne abbiamo la certezza totale, hanno influenzato Orwell al punto tale da scrivere questo romanzo riportando elementi fortemente autobiografici.
In Keep the Aspidistra Flying egli ha utilizzato una grande quantità di ricordi, eventi e personaggi che ha avuto modo di vivere e di conoscere approfonditamente. L’opera si basa sulle esperienze e sui traumi vissuti nel corso della sua vita, partendo dalle umiliazioni che sopportò alla St Cyprian’s Preparatory School, alla povertà vissuta nei bassifondi parigini e londinesi, alle difficoltà nel trovare qualcuno che gli desse fiducia come scrittore e diventasse suo editore. Anche alcune delle donne che Orwell ha frequentato e amato nella vita trovano una sorta di somiglianza con Rosemary, la fidanzata del protagonista. Tutti questi elementi di profondo e diretto contatto con la vita reale dello scrittore dimostrano che Orwell aveva molto interesse nel riversare, anche in scritti non autobiografici, le sue sofferenze, i suoi dubbi, i suoi timori e le sue ossessioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
17 3.1. Gordon Comstock Il protagonista nutre un odio e un ossessione tale verso il denaro da portarlo a compiere gesti insensati. Il suo comportamento nei confronti delle persone che lo circondano e dei suoi cari è basato sulla loro classe sociale di appartenenza e sulla quantità di denaro che egli possiede. Nel tentativo di continuare la lotta contro di esso, decide di rinunciare a due impieghi che l‟avrebbero portato a guadagnare una somma di denaro sufficiente per vivere una vita rispettosa. Vive costantemente nella paura di cadere nella trappola della società, che impone a tutti di avere una casa arredata, un lavoro ben pagato e di svolgere il proprio lavoro in maniera ineccepibile per poter guadagnare sempre più denaro. Rinuncia spesso alla compagnia del suo unico amico Ravelston, editore della rivista Antichrist, borghese ma con idee marxiste e sostenitore morale di Gordon. Si priva della compagnia della donna amata, Rosemary, sempre a causa della mancanza di denaro, senza il quale non potrebbe pagare i conti del ristorante e la gita fuori porta a Burnham Beeches. Si mette in contatto con la sorella, unico membro dei Comstock con il quale sussiste un rapporto familiare dopo la morte della madre, solo per avere dei soldi in prestito e non riuscire mai a restituirglieli. In questo contesto la pianta di aspidistra, simboleggia la mediocrità e il conformismo della società borghese. Essa è presente in molti ambienti dell‟epoca e ha la caratteristica di essere una pianta che ben si adatta a qualsiasi tipo di clima e nonostante i maltrattamenti che riceve riesce a sopravvivere. Gli sforzi del protagonista, per quanto grandi possano essere non uccideranno mai il denaro e il sistema di asservimento che ha creato. L‟aspidistra dunque ha il potere di ricordare a Gordon ciò da cui scappa e ciò che teme. 3.1.1. La famiglia Gordon Comstock è presentato come un uomo di ventinove anni d‟età ma piuttosto logoro e consumato, si presume dallo stile di vita che conduce. La famiglia alla quale appartiene non eccelle in nulla. Anzi, agli occhi di Gordon si distingue solo per la sua mediocrità, facendo parte della landless gentry 1 , che non ha nemmeno la consolazione di potersi ritenere una famiglia ormai decaduta, visto che la loro ricchezza non è mai stata particolarmente elevata e non è di antiche origini. L‟idea che lo stesso Gordon ci fornisce è quella di una famiglia composta da elementi che hanno 1 “Gente senza terra.” (trad. mia)

Laurea liv.I

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Josè Teobaldo Garcia Valverde Contatta »

Composta da 80 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 560 click dal 06/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.