Skip to content

L’aviazione civile nell'Unione europea

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Parini
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2009-10
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Paolo De Caterini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 231

Sin dalla fine della seconda guerra mondiale la comunità internazionale si è impegnata a regolare l‘intero settore in modo uniforme, così da poter garantire efficienza ed interoperabilità. In questo contesto l‘agenzia specializzata dell‘ONU, l‘International Civil Aviation Organization (ICAO), svolge un ruolo fondamentale. La suddetta Organizzazione emana standard (Standards and Recommended Practices, SARP) riconosciuti universalmente da tutte le organizzazione e gli utenti del settore. Questi atti disciplinano tanto aspetti operativi quanto aspetti tecnici e ad essi si conformano le procedure e la regolamentazione dei singoli Stati. L‘importanza di un‘implementazione uniforme degli standard ha reso necessaria l‘istituzione di numerosi uffici regionali dell‘ICAO competenti a garantire la corretta applicazione di quanto emanato dall‘Organizzazione e a sviluppare, in modo adeguato, il traffico aereo della zona sottoposta alla propria competenza.
I documenti volti a disciplinare gli standard verranno ripresi più avanti, ciò che qui preme sottolineare è l‘importanza dei requisiti tecnici ed operativi a cui gli attori coinvolti nel settore debbono uniformarsi. A livello comunitario la standardizzazione ha imposto ai cosiddetti service provider nazionali (enti predisposti alla fornitura dei servizi di navigazione aerea) il rispetto di normative internazionali quali la norma UNI EN ISO 9001: 2008 relativa al sistema di gestione di qualità (Quality Management System) dell‘ente. Attraverso ispezioni periodiche l‘ente deve infatti dimostrare la proprio conformità ai criteri che la suddetta norma richiede e l‘impossibilità di poter ottenere la certificazione può avere conseguenza alquanto negative per l‘ente in questione. Inoltre, nel contesto europeo, l‘organizzazione EUROCONTROL emana degli atti, ESARR (EUROCONTROL Safety Regulatory Requirement), che disciplinano aspetti relativi alla sicurezza operativa della gestione del traffico aereo. Il rispetto per i criteri universalmente riconosciuti permette un‘interoperabilità non solo per le procedure da seguire, ma anche per i sistemi da adottare. Un esempio è rappresentato dai programmi satellitari europei EGNOS e Galileo le cui caratteristiche debbono permettere la più estesa compatibilità ed interoperabilità con due sistemi extraeuropei.
Il non uniformarsi agli standard universalmente riconosciuti può comportare sanzioni economiche o restrizioni operative, fino ad arrivare all‘impossibilità assoluta di poter operare in un dato contesto. Ne è un esempio la black list che viene emanata periodicamente dalla Commissione europea con cui si limita, oppure si vieta, ad alcuni vettori di operare nei cieli europei.
Un progetto quale l‘implementazione del cosiddetto Single European Sky, iniziato nel 2004 con l‘emanazione del primo pacchetto di norme, si pone come scopo l‘adozione di una regolamentazione e di standard nazionali tali da rendere l‘intero spazio aereo dei paesi europei soggetto a criteri univoci. I progetti da esso derivanti, primo fra tutti i FAB (Functional Airspace Block), richiedono una continuità nei rapporti tra tutti gli attori coinvolti. Lo scopo ultimo del FAB è quello di essere gestito da un solo ente, così da poter garantire una totale uniformità all‘interno del blocco. L‘importanza di simili progetti si riscontra anche a livello extracomunitario in paesi quali l‘Albania, la Croazia, la Serbia, e persino il Kosovo i quali fanno parte dell‘ISIS (Implementation of the Single European Sky In South East Europe) con cui si vuole implementare la regolamentazione relativa al Cielo unico europeo anche in Stati terzi rispetto all‘Unione Europea.
Oltre ai sovra menzionati uffici regionali dell‘ICAO, vi sono oggi numerose organizzazioni regionali che si pongono come scopo l‘uniformità delle procedure, dei sistemi e della formazione del personale. Spesso queste realtà sono organi specializzati di organizzazioni regionali, ne sono un esempio l‘Africal Civil Aviation Commission (AFCAC), che fa parte del sistema dell‘Unione Africana, l‘Islamic Civial Aviation Council (ICAC), organo specializzato dell‘Organizzazione della Conferenza Islamica e l‘Arab Civil Aviation Council (ACAC), agenzia specializzata della Lega Araba. Vi sono poi altre organizzazioni quali la Latin American Civil Aviation Commission (LACAC) che, pur mantenendo uno stretto rapporto con l‘ICAO e con le organizzazioni regionali dell‘area in cui queste operano, sono da esse indipendenti e si pongono come scopo lo sviluppo del settore del trasporto aereo civile nelle aree di loro competenza. Diversamente, per quanto riguarda il continente europeo, EUROCONTROL è nata come iniziativa interstatale volta ad istituire un sistema maggiormente uniforme per la gestione del traffico aereo, mentre l‘ECAC è espressione diretta della cooperazione tra il Consiglio d‘Europa e l‘ICAO.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione L’aeronautica civile è per sua stessa definizione caratterizzato da un’estesa internazionalizzazione nel rapporto tra gli attori interessati. Sin dalla fine della seconda guerra mondiale la comunità internazionale si è impegnata a regolare l’intero settore in modo uniforme, così da poter garantire efficienza ed interoperabilità. In questo contesto l’agenzia specializzata dell’ONU, l’International Civil Aviation Organization (ICAO), svolge un ruolo fondamentale. La suddetta Organizzazione emana standard (Standards and Recommended Practices, SARP) riconosciuti universalmente da tutte le organizzazione e gli utenti del settore. Questi atti disciplinano tanto aspetti operativi quanto aspetti tecnici e ad essi si conformano le procedure e la regolamentazione dei singoli Stati. Questi standard sono punti di riferimento anche per l’Unione Europea che vi si attiene ogni qual volta è chiamata ad emanare atti in merito al trasporto aereo. L’importanza di un’implementazione uniforme degli standard ha reso necessaria l’istituzione di numerosi uffici regionali dell’ICAO competenti a garantire la corretta applicazione di quanto emanato dall’Organizzazione e a sviluppare, in modo adeguato, il traffico aereo della zona sottoposta alla propria competenza. In Europa l’ufficio ICAO EUR/NAT collabora pienamente con le istituzioni comunitarie, le autorità di vigilanza nazionali ed EUROCONTROL. I documenti volti a disciplinare gli standard verranno ripresi piø avanti, ciò che qui preme sottolineare è l’importanza dei requisiti tecnici ed operativi a cui gli attori coinvolti nel settore debbono uniformarsi. A livello comunitario la standardizzazione ha imposto ai cosiddetti service provider nazionali (enti predisposti alla fornitura dei servizi di navigazione aerea) il rispetto di normative internazionali quali la norma UNI EN ISO 9001: 2008 relativa al sistema di gestione di qualità (Quality Management System) dell’ente. Attraverso ispezioni periodiche l’ente deve infatti dimostrare la proprio conformità ai criteri che la suddetta norma richiede e l’impossibilità di poter ottenere la certificazione può avere conseguenza alquanto negative per l’ente in questione. Analoghe misure sono prese per le compagnie aeree, i gestori aeroportuali e le altre realtà che quotidianamente svolgono attività all’interno del settore. Gli standard riguardano tutte le tematiche inerenti al trasporto aereo: la sicurezza (intesa nel senso di safety e di security), l’ambiente (sia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

gps
easa
icao
enav
galileo
interoperabilità
black list
egnos
enac
ansv
esarr
fab
jaa
sesar
eurocontrol
afcac
icac
single european sky
annessi icao
sarp
ecac
ami
elfaa
fua

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi