Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La cultura dell’intervento degli psicologi: una ricerca empirica. Analisi del cluster “La Funzione dello psicologo”

Spetta agli psicologi di nuova generazione riformulare idee e pensieri in merito alla letteratura vigente in ambito psicologico. Non portando uno sconvolgimento paradigmatico ma tuttavia attivando un pensiero riflessivo intorno alla tecnica e alla funzione dello psicologo.
Il lavoro svolto in questa tesi si propone di attivare appunto spunti critici rispetto ad un approccio prettamente psicoterapeutico e rimanda ai costrutti basilari della Teoria della Tecnica in psicologia. Inoltre, contiene parti di un progetto più ampio di ricerca che prevedono l'analisi della cultura degli psicologi pugliesi in merito al loro modo si simbolizzare l'intervento.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 1. INTRODUZIONE 1.1 Psicologi e psicologia in Puglia La ricerca svolta in Puglia 1 ha avuto come protagonisti principali gli psicologi e il loro modo di simbolizzare il loro ruolo e il risultato dell’intervento psicologico. La spinta verso questo tipo di ricerca è venuta dalla volontà di distanziarsi dalle solite ricerche sul malato e sulla malattia, non perché meno importanti, semplicemente perché, se è vero che per tanti anni ciò che è stato messo sotto osservazione è appunto l’individuo, il paziente, il cliente con le sue problematiche e i suoi disagi psicologici, è giunto forse il tempo (grazie ad un ancoraggio al paradigma socio-costruttivista) di orientare la ricerca verso diversi attori presenti all’interno dell’ambito della psicologia. Il progetto parte dal presupposto che vi sia per ogni gruppo di soggetti o per ogni contesto, la possibilità di analizzarlo e quindi scoprire ciò che è al di là del direttamente osservabile (azioni, linguaggio, relazioni, ecc.) all’interno appunto di un contesto dato (studio, consultorio, scuola, ecc.). L’andare oltre il “dato” vuol dire analizzare ciò che guida a livello inconscio, attraverso la simbolizzazione emozionale del contesto, le azioni e interazioni all’interno del contesto stesso. Nello specifico ciò che attraverso la ricerca ci siamo proposti di indagare è la Cultura Locale degli psicologi in riferimento soprattutto ai modelli di intervento. Alla luce di questo più ampio scopo di ricerca, l’obiettivo della mia tesi in particolare, consiste nell’esporre la parte del progetto di ricerca che comprende il percorso di individuazione di determinati Repertori Culturali entro la Cultura Locale degli psicologi intervistati, nella descrizione degli strumenti che hanno consentito tale individuazione e infine nella presentazione dell’analisi psico- dinamica di uno in particolare dei Cluster (Repertorio Culturale) – che abbiamo denominato “Funzione dello psicologo”. 1 In particolare la ricerca comprende le seguenti province: Lecce, Brindisi, Bari, Taranto e Foggia.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Debora Calabrese Contatta »

Composta da 51 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 293 click dal 01/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.