Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Risultati e Prospettive degli strumenti di indagine online nell'analisi del Sentiment della Rete

L’evoluzione verso il digitale della nostra realtà ha permesso di conoscerci molto a fondo sia come utenti che come consumatori. Internet è esploso negli ultimi vent’anni come sistema di comunicazione cambiando inevitabilmente non solo lo sviluppo della telematica, ma il nostro modo di relazionarci, la nostra socialità, che si sta spostando sempre di più verso aree virtuali, dove i limiti spazio temporali e le distanze fisiche si annullano in una sorta di “vicinato digitale”.Le ultime stime riferiscono che gli utenti in Rete a livello globale hanno ad oggi raggiunto i 2 miliardi e che l’audience online continua a crescere in modo instancabile: una crescita questa che non riguarda solo la numerosità degli utenti ma anche la qualità e le modalità di utilizzo degli strumenti a disposizione.I contenuti generati dagli utenti diventano così una risorsa di innegabile importanza e il Web per la sua natura “semianarchica” si rende lo strumento con il quale esprimere opinioni e giudizi su tutto e tutti, con cui condividere qualunque tipo di file senza essere sottoposti ad alcun tipo di costrizione o controllo. In Rete circolano informazioni che possono riguardarci da vicino, in modo positivo e negativo, e che tendono ad influenzare le sensazioni suscitate nei nostri confronti da altri utenti e la nostra reputazione.
Alla luce di queste considerazioni trova origine questo lavoro: un’indagine della reputazione online, per definire l’importanza di una buona gestione, del mantenimento, dello studio dei fattori che la determinano e delle metodologie di misurazione della stessa all’interno delle nuove dinamiche comunicative e relazionali.
Il primo capitoloè inteso come narrazione dell’evoluzione del Web, un ambiente virtuale nel quale galleggiano innumerevoli informazioni, e che consente di diffondere e condividere il sapere partecipando alla discussione e rendendolo accessibile ad un pubblico sempre più vasto.
Discuterò così il ruolo attribuito al Web dagli utenti, le funzioni, le finalità, il tipo di materiale scambiato e tutti i cambiamenti che risiedono in un nuovo modo di fare Rete: l’affermazione e il successo della dimensione sociale e collaborativa attraverso la possibilità di produrre autonomamente i contenuti, gli User Generated Content, di condividerli e di partecipare alle discussioni.sino ad una nuova frontiera, quella rappresentata dal Web 3.0, il Web semantico, una struttura intelligente in grado di riconoscere i concetti e di capire il significato e il valore delle informazioni.Tutto questo è argomentato nell’ottica di identificare un accesso semplificato ai risultati e alle informazioni, di mettere in luce l’importanza dell’estrazione e del recupero dei dati, attraverso lo strumento dell’analisi semantica, non più solo per comprendere i fatti ma, come approfondirò nel secondo capitolo, per scoprire i giudizi, le percezioni e i sentimenti che si animano in Rete (Sentiment).Il valore ed i motivi di interesse per una buona reputazione online saranno ampiamente discussi lungo il terzo capitolo.Intesa come asset strategico, la reputazione è l’insieme di tutti quei fattori che permettono il consolidarsi di relazioni professionalmente ed economicamente “redditizie” e di rapporti di “amicizia” e fiducia.
Gli studi dimostrano che i consumatori online si fidano e si affidano al giudizio degli altri internauti al punto di essere disposti a pagare di più per lo stesso articolo se i feedback del venditore sono positivi, preferendo quindi l’affidabilità e la professionalità a lui riconosciuta.Nel quarto capitolo approfondirò gli strumenti online disponibili per la misurazione del sentiment della Rete, includendo un’analisi dei canali di comunicazione su cui basare le indagini, le pratiche di web marketing applicate ai motori di ricerca (Search Engine Marketing e Search Engine Optimization) ed i tools online, gratuiti e a pagamento disponibili per l’analisi reputazionale.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione L’evoluzione verso il digitale della nostra realtà ha permesso di conoscerci molto a fondo sia come utenti che come consumatori. Internet è esploso negli ultimi vent’anni come sistema di comunicazione cambiando inevitabilmente non solo lo sviluppo della telematica, ma il nostro modo di relazionarci, la nostra socialità, che si sta spostando sempre di più verso aree virtuali, dove i limiti spazio temporali e le distanze fisiche si annullano in una sorta di ―vicinato digitale‖. Le ultime stime riferiscono che gli utenti in Rete a livello globale hanno ad oggi raggiunto i 2 miliardi e che l’audience online continua a crescere in modo instancabile: una crescita questa che non riguarda solo la numerosità degli utenti ma anche la qualità e le modalità di utilizzo degli strumenti a disposizione. I contenuti generati dagli utenti diventano così una risorsa di innegabile importanza e il Web per la sua natura ―semianarchica‖ si rende lo strumento con il quale esprimere opinioni e giudizi su tutto e tutti, con cui condividere qualunque tipo di file senza essere sottoposti ad alcun tipo di costrizione o controllo. In Rete circolano informazioni che possono riguardarci da vicino, in modo positivo e negativo, e che tendono ad influenzare le sensazioni suscitate nei nostri confronti da altri utenti e la nostra reputazione. Alla luce di queste considerazioni trova origine questo lavoro: un’indagine della reputazione online, per definire l’importanza di una buona gestione, del mantenimento, dello studio dei fattori che la determinano e delle metodologie di misurazione della stessa all’interno delle nuove dinamiche comunicative e relazionali. Il primo capitolo dell’elaborato è inteso come narrazione dell’evoluzione del Web, un

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Irene Fini Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1505 click dal 05/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.