Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi di tecniche di posizionamento per ricerche su web

Analisi di tecniche di posizionamento per ricerche su web.
La diffusione su larga scala dei motori di ricerca, strumento fondamentale per le ricerche sul Web, fanno dell’attività SEO (Search Engine Optimization) un punto basilare ai fini della crescita di una qualunque attività Web, in quanto percentuali sempre più alte di utenti iniziano la propria sessione di navigazione consultando questi servizi.
Ogni singola ricerca, anche la più banale, racchiude ragionamenti complessi in base ai quali, in pochi istanti, viene restituito un elenco contenente migliaia di risultati (SERP), ordinato in funzione dei legami e dell’autorevolezza delle pagine riportate nell’elenco rispetto agli argomenti ricercati.
In particolare, SEO vuol dire acquisire quei flussi di traffico qualificato che identificano il principale obiettivo di una campagna di ottimizzazione rivolta al posizionamento sui motori di ricerca, fornendo un valido aiuto nella promozione dei siti web e facendoli apparire in posizioni di rilievo nei risultati restituiti. Per realizzare ciò un professionista SEO si avvale di validi strumenti di analisi (forniti in alcuni casi dai motori di ricerca stessi, come nel caso di Google), determinanti nell’apportare significativi miglioramenti, in termini di qualità, dei siti in esame e, più in generale, dell’intero Web. Per riuscire a pianificare una strategia di successo è necessario studiare e comprendere in maniera approfondita le logiche che regolano il funzionamento di un motore di ricerca, in particolare gli elementi che permettono l’indicizzazione delle risorse presenti sul Web e il conseguente processo di ricerca, in modo che possano risultare determinanti per l’assegnazione di una maggiore visibilità.
L’obiettivo è mostrare le connessioni esistenti tra tecniche SEO e algoritmi di ricerca, ossia in che modo ed in quale misura le tecniche SEO derivino dai principi di funzionamento degli algoritmi. I complicati calcoli effettuati da questi ultimi vengono custoditi in gran segreto, perché uno degli obiettivi dei motori di ricerca è riuscire a fornire risultati in maniera imparziale. Le strategie SEO derivano perciò da profonde analisi ed esperimenti effettuati dagli esperti del settore ma anche, in qualche caso, da essenziali suggerimenti forniti dagli stessi motori di ricerca, ad esempio Google.
La tesi presenta alcune delle più importanti tecniche di ottimizzazione e, allo stesso tempo, individua un’opportuna metodologia con cui progettare ed ottimizzare il codice delle pagine web, perchè risultino gradite ai motori ed indicizzate in tempi ridotti, raggiungendo gli standard qualitativi oramai fondamentali per emergere sul Web.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 1 INTRODUZIONE Nei primi anni di vita il Web 1 era caratterizzato essenzialmente da siti scarni e con contenuti statici e limitati; il lavoro dei motori di ricerca, basato sulla ricerca di informazioni, era reso perciò agevole. Nel corso degli anni l’evoluzione del Web ha visto l’introduzione di una gran varietà di applicazioni in grado di offrire alti livelli di interazione con gli utenti. Siti come blog, forum e social network hanno trasformato radicalmente il concetto originario di contenuto, proponendo non solo testi dinamici (prodotti autonomamente dagli stessi utenti della Rete) ma, in maniera diffusa, anche un gran numero di informazioni multimediali. Lo sviluppo così massiccio di nuovi contenuti, però, non poteva più essere gestito dall’approssimativo meccanismo di ricerca dei primi motori; ciò ha determinato la creazione di algoritmi molto più efficienti in grado di gestire le nuove dinamiche del Web. L’introduzione di complesse valutazioni matematiche ha permesso una migliore indicizzazione dei siti web rendendo le ricerche molto più razionali e capaci di soddisfare in pieno le esigenze degli utenti. Lo sviluppo dei motori di ricerca è in continua evoluzione, sia per soddisfare le richieste di utenti sempre più esigenti sia per contrastare chiunque voglia approfittare di eventuali lacune algoritmiche, sfruttando illecitamente la situazione ed ottenere così vantaggi in termini di visibilità. I motori di ricerca, in particolare, devono fornire risultati in maniera intelligente e coerente con le ricerche effettuate da chi li utilizza: ad esempio, una pagina web che tratta un argomento specifico, probabilmente verrà visitata soltanto da professionisti di quel settore i quali la giudicheranno rilevante, mentre risulterà di scarso interesse 1 Il Web è ipertesto: organizza tutti i documenti presenti nella Rete in un unico grande meta-libro, la “biblioteca universale”. L’ipertesto è uno dei fattori attualmente dominanti nel campo dei motori di ricerca e al quale essi si affidano per riuscire a fornire delle risposte affidabili e precise. Con l’aiuto degli algoritmi computazionali rivolti alla ricerca delle informazioni, studiosi e appassionati navigatori di tutto il mondo hanno la possibilità di trovare esattamente quello che cercano e risalire in un attimo, tramite i collegamenti ipertestuali, all’origine di un’idea o alla cronologia di un concetto; a conferma del fatto che nessuna idea può stare in piedi da sola soprattutto nel mondo accademico e scientifico, dove ciascuna di esse necessita, per essere credibile, di essere parte integrante di un sistema altamente connesso.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Alessio Lucarelli Contatta »

Composta da 106 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1675 click dal 06/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.