Skip to content

Il Corpo della Donna nella fotografia del Novecento

Informazioni tesi

  Autore: Mariangela De Rosa
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Napoli - Federico II
  Facoltà: Lingue, culture e letterature moderne europee
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Isabella Valente
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 155

La mia tesi vuole essere un viaggio di esplorazione e conoscenza dei maggiori fotografi del XX° secolo, i quali con i loro gusti e le loro tecniche, hanno immortalato i volti e i corpi più belli delle Donne di quegli anni rendendole delle icone. Agli artisti non interessava la provenienza sociale di quelle donne, ma soltanto l'espressione migliore che incarnasse perfettamente i cambiamenti del Novecento.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 INTRODUZIONE Se si volessero delineare alcune caratteristiche del secolo appena trascorso, non si potrebbe fare a meno di citarne la tensione al cambiamento come peculiarità fondamentale in ogni campo, da quello letterario a quello filosofico a quello antropologico. Naturalmente anche in campo artistico prendono corpo importanti novità. La pittura non si accontenta più di pennelli e colori, ma ricorre al collage per inglobare la vita quotidiana; la fotografia cessa di essere considerata solo documento e comincia ad assumere una nuova valenza semantica, che le permetterà di essere considerata nuova forma d’arte. Chi si volterà, dunque, a guardare questo secolo, come un’epoca conclusa, resterà sorpreso dal suo monolitismo. La coerenza del Novecento risiede proprio nella sua diversità e anche l’arte ha giocato il ruolo che le competeva. Da un lato essa ha cercato di tenere il passo col mutamento, di adeguarsi alla visione del mondo che si andava definendo di pari passo con le conquiste scientifiche e tecnologiche che cercavano di dominare la natura e di caricare sulla macchina i compiti esecutivi finora assegnati agli uomini. Dall’altro ha insistito sulla necessità di adeguarsi psicologicamente e socialmente a condizioni di vita che andavano mutando molto più rapidamente delle abitudini delle persone e della loro capacità di concepire e di prendere atto delle conseguenze e degli effetti di quanto stava accadendo. Il ritmo incalzante degli avvenimenti ha consentito finora ben pochi ripensamenti, e ha portato a esaltare anche nell’arte, attraverso le avanguardie storiche, di cui gli artisti trattati sono stati alcuni dei principali protagonisti, soprattutto quelle componenti che, inventando nuovi modelli visivi e nuovi linguaggi, hanno saputo esprimere sotto forma di immagine le sensazioni e i pensieri relativi al cambiamento che la maggior parte viveva confusamente. Tema centrale di gran parte del loro lavoro, è la “donna”, intesa come ispirazione, erotismo o come mannequin ai fini della pubblicità nel campo della moda; ma il corpo, e in particolare il corpo femminile, vede nel Novecento la trasformazione della geografia del pudore. Non è un semplice fatto quantitativo della concessione di una superficie maggiore allo sguardo altrui, ma è proprio un modo diverso di vivere e di intendere il corpo, connotato dalla sua identità di genere femminile nell’ambito sociale, personale, culturale ed estetico. I cambiamenti si avvertono già verso la fine dell’Ottocento, quando, con la Belle-Époque cambiano i rapporti uomo-donna e

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

donna
novecento
fotografia
corpo
icona
androginia
nudo
helmut newton
man ray
stieglitz
avedon
arturo ghergo
steichen
de meyer
fluo
herb ritts
irving penn
cindy shermann
fotografia psicologica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi