Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Influenza dei fattori motivazionali sulla dipendenza dal gioco d'azzardo

SCOPO DEL LAVORO
• Analizzare le preferenze di gioco e le differenze in base al genere
• Analizzare l’influenza delle motivazioni al gioco sul comportamento di gioco d’azzardo
• Valutare il grado di predittività di tre diversi questionari sulla motivazione al gioco rispetto alla dipendenza dal gioco d’azzardo

METODO
Campione: 112 partecipanti (♀ = 38; ♂ = 74) che hanno giocato spendendo denaro regolarmente nell’ultimo anno e che, in particolare, hanno scommesso in almeno in un tipo di gioco per almeno una volta alla settimana.
Procedura: compilazione di questionari atti a valutare:
- il comportamento di gambling
- la motivazione al gioco d’azzardo

RISULTATI
Il test del chi-quadrato mostra differenze significative in base al genere in alcune tipologie di gioco: le donne sembrano prediligere giochi di fortuna, mentre gli uomini giochi di abilità.
La regressione gerarchica mostra che GFA sensory, GFA escape, GMQ enhancement, GMQ coping, IGS conflict, IGS temptation e IGS confidence predicono positivamente il grado di dipendenza dal gioco d’azzardo, mentre GMQ social lo predice negativamente.

DISCUSSIONE/CONCLUSIONI
I risultati evidenziano che le motivazioni intrinseche (gioco come fuga dai problemi o come mezzo per ottenere sensazioni positive) influiscono fortemente sul comportamento di gioco d’azzardo, rendendolo più frequente e intenso e aumentando il rischio di sviluppare dipendenza. Al contrario, le motivazioni estrinseche (gioco per ottenere denaro o per socializzare) influiscono in modo più blando sullo sviluppo di dipendenza dal gioco, assumendo talvolta una funzione protettiva.
Lo strumento IGS-10 è risultato il più valido nel predire i punteggi al SOGS, nonostante la brevità. Questo lo rende di grande utilità clinica in situazioni a tempo limitato.
Infine, lo studio della motivazione al gioco è molto importante in fase di assessment clinico per impostare trattamenti individualizzati per i giocatori patologici.

Mostra/Nascondi contenuto.
2 INTRODUZIONE Il gioco è sempre stato una componente essenziale nella vita dell‟uomo e, addirittura, può essere considerata imprescindibile dall‟uomo stesso. Infatti, in uno dei primi saggi sul gioco, Huizinga (1938) afferma che l‟uomo, nel momento stesso in cui è sapiens (in grado di conoscere) e faber (in grado di produrre), è anche ludens, ovvero giocatore. Nell‟ottica dell‟autore l‟attività ludica è un‟azione situata al di fuori della vita consueta e, per entrarvi, la persona deve sospendere i modi e le regole della vita quotidiana. Il gioco d‟azzardo ha sempre occupato un posto importante in tutte le culture e le società delle diverse epoche. Nel passato era considerata un‟attività tipica delle élite, mentre attualmente si è diffuso al punto di diventare un‟attività di massa, percepita culturalmente coma una forma di divertimento innocua e, per questo, sempre più incentivata. Infatti si sta assistendo ad una trasformazione da forme di gioco circoscritte a luoghi e ad orari specifici e caratterizzate da lentezza e ritualità, ad una sempre maggiore disponibilità di giochi decontestualizzati e con regole semplici, sempre meno associati alle relazioni sociali e incentrati sull‟estraneazione e l‟isolamento. Il gioco d‟azzardo può essere considerato come una sottocategoria dei giochi d‟alea, ovvero i giochi la cui attrattiva consiste nell‟indovinare un evento futuro o le modalità con cui si verificherà (Barbatelli, 2007). In particolare, il gioco d‟azzardo (o gambling) viene definito come un gioco nel quale due o più giocatori competono per vincere una posta (di denaro o di un suo equivalente) che, secondo delle regola stabilite tra loro, viene redistribuita in varie proporzioni a seconda che si verifichi o meno un evento qualsiasi scelto dalle due parti; nello svolgersi di questa azione i giocatori corrono il rischio di perdere l‟intero ammontare delle proprie puntate. Affinchè si possa parlare di gioco d‟azzardo è fondamentale la presenza di quattro elementi:  due o più parti che intendono scommettere  una posta da vincere  delle regole per stabilire in che modo e rispetto a cosa avverrà la redistribuzione della posta  il verificarsi di un evento e le modalità in cui si verifica.

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Psicologia

Autore: Francesca Zanelli Contatta »

Composta da 74 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3735 click dal 06/03/2012.

 

Consultata integralmente 3 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.