Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Analisi temporale del pulsatore X al millisecondo NGC6440 X-2

Nel primo Capitolo viene descritto il processo di accrescimento e le sue particolari caratteristiche e vengono fatti dei confronti tra sua efficienza energetica e quella di altri processi.
Nel secondo capitolo della tesi presentiamo un quadro generale sulla fisica dei sistemi binari ed in particolar modo di quelli contenenti stelle di neutroni.
Nel terzo capitolo si presenta un quadro sugli ammassi globulari, sull’eventuale spiegazione fisica delle sorgenti X che albergano negli ammassi globulari e in particolare si descrive l’ammasso globulare NGC6440.
Nel quarto capitolo si discute di come si effettuano le osservazioni in astronomia X e vengono esposte le caratteristiche del satellite Rossi XTE.
Nel quinto capitolo viene descritta l’analisi effettuata sulla nostra sorgente.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione La prima evidenza osservativa che in sorgenti che emettono raggi X sono presenti oggetti compatti ` e avvenuta nel 1971 con la scoperta di emissione pulsata a 4.8 sec da parte della sorgente X-3 nella costellazione del Centauro. Questa scoperta ha aperto un nuovo orizzonte di ricerca perch´ e, per la prima volta, si potevano studiare contemporaneamente gli effetti sulla materia dovuti sia a forti campi gravitazionali che ad enormi campi magnetici. Subito dopo la loro scoperta ci si ` e reso conto che il loro motore ` e la conversione in energia elettromagnetica dell’energia cinetica della materia che viene catturata dal campo gravitazionale dell’oggetto compatto: il cosiddetto accrescimento di materia. Infatti l’evidenza di moto orbitale dell’oggetto compatto di Cen X-3 ` e stata la prima prova osservativa che questo tipo di sorgenti sono sistemi binari contenenti un oggetto compatto (nana bianca, stella di neutroni o buco nero) ed una stella a cui strappano materia; a questi sistemi ` e stato dato il nome di binarie X. Lo scopo di questa tesi` e di studiare il sistema binario NGC6440 X-2 scoperto dal satellite Rossi XTE nel Maggio del 2009. Il nostro sistema binario ` e una Low Mass X-ray Binary ovvero un sistema contenente una stella di neutroni e una stella di bassa massa, che alberga nell’ammasso globulare NGC6440. Come detto prima la stella di neutroni strappa la materia dalla stella e di conseguenza avviene l’emissione di raggi X. Diamo ora una breve presentazione di quanto viene riportato nei capitoli che se- 7

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali

Autore: Giampaolo Cossu Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 285 click dal 27/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.