Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'orientamento dalla teoria alla pratica - L'esperienza dell'InformaGiovani

La scelta dell'argomento preso in esame nasce dalla mia esperienza di tirocinio avvenuta nell'autunno 2010 presso l'ufficio InformaGiovani di Cento in provincia di Ferrara, il mio comune di residenza. Ho ritenuto opportuno approfondire questa tematica, sin dalle sue origini, poiché l'orientamento, ha assunto negli ultimi decenni un peso sempre maggiore nell'ambito sociale a causa del crescente aumentare ed evolversi delle possibilità presenti nel mercato del lavoro e nel settore della formazione. L'intenzione, inoltre, è quella di rendere noto, attraverso l'esperienza diretta della referente del servizio, la dott.ssa Erika Bergamini, alcune considerazioni e riferimenti concreti per poter orientare in modo efficace e mirato gli utenti, soprattutto in periodi di crisi come quello attuale. Infine, si pone l'attenzione anche sull'importanza di un efficace intervento orientativo, di come esso possa risultare determinante e significativo per chi si trova in situazioni critiche, come il momento della scelta universitaria oppure lavorativa.
In questo elaborato, ho ritenuto interessante sottolineare come, nella deontologia dell'orientatore, vi sia principalmente l’attenzione per la persona e che il fine sia proprio il raggiungimento di benessere di quest'ultima. Da qui il desiderio di diffondere le pratiche dell'orientamento, che per esperienza diretta, ritengo essere ancora poco note a molti giovani, miei coetanei. A mio avviso, infatti, poter fare affidamento su personale preparato circa la situazione del mercato del lavoro attuale potrebbe dare uno slancio motivazionale determinante per la carriera universitaria e lavorativa dei giovani, universitari, lavoratori o disoccupati.
In conclusione, diffondendo la cultura dell'orientamento, la speranza è quella che le persone, in particolare i giovani, siano in grado di compiere un percorso di autoconoscenza e autovalutazione del sé che, personalmente, ritengo sempre maggiormente necessaria in questi tempi di incertezza sociale, flessibilità e complessità. L'augurio è che, anche attraverso questo scritto, ognuno possa mettersi in cammino per cercare il proprio benessere o continui la ricerca verso di esso, nonostante i molteplici ostacoli quotidiani che la vita ci presenta.

Mostra/Nascondi contenuto.
!    "                                   #                  $                   #          #     #   #      %     #                   & ""       #             # ' ()  #                                           " #     "                           #              *             #                    +           "   #          , - .  #           /0012        /.  ,-#   3  02  4                    -    '  # 555     #    6   + 7   555   +     #       &

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze della Formazione

Autore: Stefania Cherubini Contatta »

Composta da 52 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1108 click dal 29/03/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.