Skip to content

Studio dell’interazione di batteri purpurei non sulfurei fotosintetici con Cadmio e Tellurio per la sintesi di nanoparticelle o Quantum Dots

Informazioni tesi

  Autore: Federico Golfarini
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Bologna
  Facoltà: Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali
  Corso: Biotecnologie industriali
  Relatore: Davide Zannoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 76

Oggi il termine nanoparticelle comprende tutti quei building blocks di scala nanometrica di varia morfologia che possono avere sia struttura regolare che irregolare. Le nanoparticelle che formano cristalli sono chiamate nanocristalli mentre le particelle con configurazione cristallina parziale sono chiamate nanoclusters. Le nanoparticelle sono considerate tali quando hanno un diametro inferiore ai 100 nm e solitamente intorno ai 1-10 nm; per fare un confronto l’elica del DNA ha un diametro di circa 2 nm.
Un particolare tipo di nanoparticelle sono i Quantum dots (punti quantici) o nanocristalli semiconduttori che hanno dimensione tra i 2 e i 10 nm. I Quantum Dots hanno proprietà fisiche, ottiche ed elettroniche infatti sono utilizzati con un approccio multidisciplinare nel campo scientifico fino a trovare impiego anche nella medicina, nella biologia e nell’elettronica.
In breve è possibile regolare la lunghezza d’onda d’emissione attraverso le dimensioni delle nanoparticelle; effetto chiamato Blue o Red-Shift se si diminuiscono o si accrescono le dimensioni rispettivamente.
Particolare attenzione è diretta verso nanoparticelle e Quantum Dots di Cadmio e Tellurio (CdTe) che oggi trovano molteplici utilizzi nel campo dell’elettronica, nei sistemi fotovoltaici, nell’ottica e anche in medicina, biosensori e sempre nuove applicazioni vengono scoperte.
Di conseguenza sono continuamente ricercati nuovi metodi di produzione e sintesi di nanoparticelle CdTe sempre meno costosi e più sicuri. La produzione microbiologica di nanoparticelle o Quantum Dots CdTe tramite ceppi di batteri purpurei fotosintetici quali Rhodobacter capsulatus e Rhodopseudomonas palustris è l’argomento che tratta questa tesi di laurea magistrale.
In questa tesi si sono determinate le resistenze di diversi ceppi dei microrganismi sopra menzionati al Cadmio, al Tellurito e al Tellurato, si sono approntate colture in anaerobiosi o aerobiosi (An/A) alla luce o al buio (L/D) per vedere gli effetti sulla crescita e l’eventuale riduzione intra- o extracellulare dei metalli inoculati, si è indagata la presenza di eventuali Quantum Dots tramite spettrofluorimetro, si è sperimentato l’uso di mediatori redox (Es. il Lawsone) individuandone gli effetti sulle colture e sui metalli e si sono ottenute immagini al SEM delle varie colture. Per fare tutto ciò si sono seguiti protocolli già utilizzati e ne sono stati ideati dei nuovi per eseguire queste analisi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 CAPITOLO I INTRODUZIONE 1.1 PREMESSA Oggi il termine nanoparticelle comprende tutti quei building blocks di scala nanometrica di varia morfologia che possono avere sia struttura regolare che irregolare. Le nanoparticelle che formano cristalli sono chiamate nanocristalli mentre le particelle con configurazione cristallina parziale sono chiamate nanoclusters. Le nanoparticelle sono considerate tali quando hanno un diametro inferiore ai 100 nm (Fig.1) e solitamente intorno ai 1-10 nm; per fare un confronto l’elica del DNA ha un diametro di circa 2 nm. Le nanoparticelle grazie alle loro dimensioni possiedono particolari proprietà e vengono utilizzate come semiconduttori, nella risonanza plasmonica di superficie, in materiali magnetici e nell’assorbimento della radiazione solare. Queste caratteristiche sono dovute perlopiù all’elevato rapporto superficie/volume delle nanoparticelle. Inoltre le particelle con dimensioni minori hanno una massa in cui il numero degli atomi, soprattutto quelli superficiali, conferisce loro doti uniche. 1 Un particolare tipo di nanoparticelle sono i Quantum dots (punti quantici) o nanocristalli semiconduttori che hanno dimensione tra i 2 e i 10 nm (Fig.2). I Quantum Dots hanno proprietà chimiche quando sono funzionalizzati 2 e magnetiche quando contengono Ferro 3 ma maggiormente 1 “Materials Chemistry”; Bradley D. Fahlman; Springer, 2008 2 “A systematic examination of surface coatings on the optical and chemical properties of semiconductor Quantum Dots”; Andrew M. Smith, Hongwei Duan, Matthew N. Rhyner, Gang Ruan and Shuming Nie; Phys. Chem. Chem. Phys., 2006, 8, 3895–3903 3 “Magnetic properties of parabolic quantum dots in the presence of the spin–orbit interaction”; Voskoboynikov et al.; J. Appl. Phys., Vol. 94, No. 9, 1 November 2003 Fig.1 - Nanoparticelle di varie forme e dimensioni. Fig.2 - Nanocristalli CdTe e la loro struttura cristallina (a).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

batteri
fotovoltaico
quantum dots
microbiologia
riduzione
nanoparticelle
anaerobiosi
sem
cadmio
mic
intracellulare
cdte
r. capsulatus
r. palustris
tellurito
lawsone
juglone
mediatori redox
tellurio
flash spectroscopy
spettrofluorimetro
extracellulare
batteri purpurei fotosintetici
tellurato

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi