Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

To be or not to be: that is the... webquest. (Ri)scoprire Amleto nel World Wide Web

Partendo dalla volontà di situare la trattazione di un classico della letteratura inglese in un’attività didattica stimolante e collaborativa, è nato questo webquest, dove gli studenti sono chiamati ad affrontare Amleto utilizzando materiale reperibile sul web per poi costruire in gruppi un prodotto finale da presentare alla classe. Adottando la struttura ormai collaudata del webquest e rinfrescandola con una serie di fattori innovativi principalmente legati alle nuove possibilità offerte dal cosiddetto “Web 2.0”, l’autore propone un modello di webquest che ha prodotto risultati molto positivi e che può essere liberamente riproposto com’è o modificato a piacimento dalla comunità di colleghi e studenti.
Come consuetudine per le tesi SSIS e per gli elaborati finali di percorsi di formazione all'insegnamento (come il TFA), la tesi comprende un'ampia parte introduttiva dedicata all'intervento nella scuola e al contesto d'azione.
Questo progetto nel 2009 ha anche ricevuto il premio come "Migliore tesi presentata in applicazioni delle nuove tecnologie alla didattica disciplinare" dal portale educativo Matematicamente.it.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Amleto di William Shakespeare è uno dei grandi classici della letteratura mondiale di tutti i tempi, punto obbligato di ogni programma scolastico di letteratura inglese e spesso anche di letteratura in generale a livello secondario. Dal punto di vista delle tematiche, della filosofia di fondo e della psicologia dei personaggi, l’opera è una miniera di spunti dal valore universale e di grande attualità. Dal punto di vista teatrale è un meccanismo di precisione assoluta e di grande nitore formale, tuttora regolarmente messa in scena in tutto il mondo. La tragedia ha ispirato non solo la letteratura, ma l’arte figurativa, ha rivissuto nella forma di innumerevoli adattamenti cinematografici, parodie e riscritture, e ha provocato veri e propri spin-offs postmoderni che sono diventati a loro volta punti di riferimento della storia della letteratura. Il World Wide Web, o più semplicemente il “web”, è il medium di comunicazione che ha cambiato radicalmente il nostro modo di vivere negli ultimi anni. Con esso, dal punto di vista pedagogico e didattico si sono trasformate prassi, tempi e modalità della comunicazione, della ricerca delle informazioni e dello studio in generale. Nell’ambito della glottodidattica, in particolare, sono proliferati numerosi percorsi web-based che hanno moltiplicato in modo spettacolare le possibilità del Computer Aided Language Learning (Apprendimento delle Lingue Aiutato dal Computer o più brevemente CALL) e reso sempre più integrata la funzione del computer nello studio delle lingue. Quando in uno dei primi colloqui con il tutor accogliente mi è stato proposto di realizzare un progetto didattico su Amleto, mi sono subito messo all’opera per presentare l’opera in modo stimolante e innovativo: i miei interessi personali e il mio percorso professionale mi hanno portato subito verso il web, per poi scegliere la strada del webquest, attività che fino a quel momento avevo conosciuto solo indirettamente attraverso i corsi SSIS di ESP 1 e di Nuove Tecnologie. Lo strano matrimonio tra Amleto e il web è apparso tale solo in principio, perché con il proseguire della preparazione e realizzazione dell’attività, mi sono accorto di quanto potesse essere ottenuto da una trattazione web-based dell’opera: la quantità di 1 English for Specific Purposes.

Tesi di Specializzazione/Perfezionamento

Autore: Luca Rognoni Contatta »

Composta da 67 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1801 click dal 30/03/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.