Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Intercultura e plurilinguismo: osservazioni condotte presso una scuola dell'infanzia

Il presente lavoro si sviluppa a partire da riflessioni di carattere prevalentemente pedagogico e linguistico circa le pratiche, le esperienze e gli aggiornamenti apportati nell’ambito scolastico italiano e condotti nel campo dell’accoglienza agli alunni stranieri e dell’interculturalità, nonché nell’insegnamento e apprendimento dell’italiano come lingua seconda. Ad oggi interventi di questo tipo si presentano come passi fondamentali all’interno di una scuola che intende porsi al passo con cambiamenti non indifferenti, anzi talora radicali, che a ritmo alquanto accelerato investono il tessuto sociale, stimolati dalla cospicua presenza di alunni di origine straniera e tuttavia non rigorosamente attribuibili ad essa.
Alla luce della consapevolezza riguardo il dinamismo che caratterizza il mondo scuola e con l’obiettivo di percepire l’attuale grado di qualità di tale contesto, intendo trarre e illustrare un quadro d’insieme che sintetizzi le fasi in cui è stata distribuita e sviluppata l’azione interculturale negli ultimi vent’anni, sia in materia di revisione organizzativa che di contenuti e approcci alla didattica. Da una tale analisi d’insieme mi propongo di rilevare e individuare problematiche e punti che necessitano ulteriori revisioni, nonché di presentare le fasi in cui è stata distribuita un’esperienza da me personalmente svolta presso due classi di una scuola dell’infanzia.
Il lavoro, articolato in quattro capitoli, prevede una prima parte di carattere teorico, in cui si cerca di tracciare, anche in termini di cifre e percentuali, le caratteristiche dell’attuale panorama scolastico attraversato da biografie, storie e vissuti molteplici e variegati. Di seguito si cerca di mettere in luce i risultati conseguiti ma soprattutto le problematiche ancora insite nell’azione interculturale, della quale si percorrono le principali forme di realizzazione. Una di queste è indubbiamente quella riguardante l’insegnamento e apprendimento dell’italiano L2, argomento affrontato tenendo conto delle pratiche più diffuse a scuola e delle biografie linguistiche degli alunni stranieri, sia nati in Italia che altrove.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il presente lavoro si sviluppa a partire da riflessioni di carattere prevalentemente pedagogico e linguistico circa le pratiche, le esperienze e gli aggiornamenti apportati nell’ambito scolastico italiano e condotti nel campo dell’accoglienza agli alunni stranieri e dell’interculturalità, nonché nell’insegnamento e apprendimento dell’italiano come lingua seconda. Ad oggi interventi di questo tipo si presentano come passi fondamentali all’interno di una scuola che intende porsi al passo con cambiamenti non indifferenti, anzi talora radicali, che a ritmo alquanto accelerato investono il tessuto sociale, stimolati dalla cospicua presenza di alunni di origine straniera e tuttavia non rigorosamente attribuibili ad essa. Alla luce della consapevolezza riguardo il dinamismo che caratterizza il mondo scuola e con l’obiettivo di percepire l’attuale grado di qualità di tale contesto, intendo trarre e illustrare un quadro d’insieme che sintetizzi le fasi in cui è stata distribuita e sviluppata l’azione interculturale negli ultimi vent’anni, sia in materia di revisione organizzativa che di contenuti e approcci alla didattica. Da una tale analisi d’insieme mi propongo di rilevare e individuare problematiche e punti che necessitano ulteriori revisioni, nonché di presentare le fasi in cui è stata distribuita un’esperienza da me personalmente svolta presso due classi di una scuola dell’infanzia. Il lavoro, articolato in quattro capitoli, prevede una prima parte di carattere teorico, in cui si cerca di tracciare, anche in termini di cifre e percentuali, le caratteristiche dell’attuale panorama scolastico attraversato da biografie, storie e vissuti molteplici e variegati. Di seguito si cerca di mettere in luce i risultati conseguiti ma soprattutto le problematiche ancora insite nell’azione interculturale, della quale si percorrono le principali forme di realizzazione. Una di queste è indubbiamente quella riguardante l’insegnamento e apprendimento dell’italiano L2, argomento affrontato tenendo conto delle pratiche più diffuse a scuola e delle biografie linguistiche degli alunni stranieri, sia nati in Italia che altrove. A una ricognizione di questo tipo dedicata al panorama scolastico italiano segue nella seconda parte un “ close-up ” su un percorso di pratica “trasversalmente” interculturale da me intrapreso presso le due classi di una scuola dell’infanzia in 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lingue e Letterature Straniere

Autore: Elda Maria Di Giannatale Contatta »

Composta da 167 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 8074 click dal 02/04/2012.

 

Consultata integralmente 11 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.