Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Gli scandali sessuali del 2009 in Italia: Berlusconi e Marrazzo

Gli scandali rappresentano una fattispecie indagata dagli studiosi di comunicazione e di sociologia in tutto il mondo. L'approccio teorico e metodologico di questa tesi, che sfocia in una rigorosa ricerca in ambito mediatico con l'analisi di 19 quotidiani italiani, 7 telegiornali del prime time e due trasmissioni d'intrattenimento, vuole dimostrare attraverso i più grandi scandali del 2009 in Italia che è necessaria una profonda revisione nell'impianto del concetto di scandalo, di opinione pubblica e del rapporto tra quest'ultima, i media e la politica.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 INTRODUZIONE Lo scopo di questa tesi è quello di indagare il concetto di scandalo e la sua evoluzione, con un particolare riguardo agli scandali politico-sessuali. Gli scandali rappresentano oggi un campo di ricerca relativamente poco esplorato, che permette di confrontarsi con numerosi fattori: si tratta di situazioni particolarmente ritualizzate che seguono un andamento preciso, volto alla sostanziale depurazione della società dall’elemento scandaloso. Fra tutte, la caratteristica che emerge maggiormente dall’analisi degli scandali moderni è l’indissolubilità del rapporto tra media e politica, verità che è andata consolidandosi sempre più con l’avvento dei new media. I vorticosi cambiamenti degli ultimi anni in campo mediatico e le nuove tecnologie, hanno infatti contribuito a trasformare gli scandali in eventi comuni della politica contemporanea. Quello che negli anni 60 e 70 era appannaggio del giornalismo investigativo, nella terza età della comunicazione politica è andato normalizzandosi, entrando nella routine giornalistica. Questo è accaduto anche perché vi è stata anche una mutazione del modo di fare politica. La linea che separa la sfera privata degli attori politici dal palcoscenico della sfera pubblica è andata sempre più assottigliandosi, a volte per scelta dello stesso politico, altre per il naturale evolversi dei contesti in cui opera. Lo scandalo è diventato quindi un rischio per chiunque, identificando metaforicamente la fragilità del potere politico e la forza di quello dei media nel dare al dibattito pubblico la forma che preferisce. Il legame tra media e politica si concretizza in modo biunivoco, da un lato con la spettacolarizzazione della politica e dall’altro con la politicizzazione dello spettacolo. All’interno di questo frame, questa tesi approfondisce lo scandalo di tipo sessuale, la fattispecie che libera più pettegolezzi e scatena più curiosità tra

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Scienze Politiche

Autore: Francesca Papasergi Contatta »

Composta da 151 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1218 click dal 05/04/2012.

 

Consultata integralmente una volta.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.