Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mobilità sociale e divario Nord-Sud in Italia

L'accumulazione di capitale umano (soprattutto se effettuata in età precoce) costituisce la via più sicura per eliminare le originarie disuguaglianze di opportunità, causate dalla trasmissione generazionale di privilegi, non soltanto di natura patrimoniale, che possono incidere significativamente sulle prospettive di ciascuno di condurre un’esistenza dignitosa.
Si è studito la mobilità assoluta e relativa, la mobilità intergenerazionale e intragenerazionale; si studieranno le matrici Markoviane attraverso un’analisi strutturale descrivendo tali matrici, si sono applicati degli indici presenti in letteratura per verificare quanto è mobile la società in Italia: mobilità studiata oltre che per l’intero Paese, anche per sue partizioni territoriali, evidenziandone le diversità qualora esistessero.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 E’ forte e diffusa la convinzione che l’accumulazione di capitale umano sia oggi fondamentale per sostenere la crescita economica e per rafforzare la coesione sociale. Il capitale umano è, infatti, considerato indispensabile per introdurre le innovazioni tecnologiche e organizzative dalle quali dipende la produttività dei fattori ed è anche visto come la condizione per accedere a retribuzioni più elevate nel corso del proprio ciclo vitale. In effetti, per far fronte alle crescenti disuguaglianze nelle retribuzioni si suggerisce di investire in capitale umano per poter guadagnare quello skill premium che, proprio per effetto delle evoluzioni della tecnologia, sarebbe cresciuto nel corso degli ultimi anni divenendo uno dei fattori decisivi nell’ampliamento delle disuguaglianze. Con riferimento, poi, a una questione ancora più importante, si ricorda che l’accumulazione di capitale umano (soprattutto se effettuata in età precoce) costituisce la via più sicura per eliminare le originarie disuguaglianze di opportunità, causate dalla trasmissione generazionale di privilegi, non soltanto di natura patrimoniale, che possono incidere significativamente sulle prospettive di ciascuno di condurre un’esistenza dignitosa. Proprio da queste considerazioni si svilupperà la tesi che cercherà di analizzare l’importanza che il capitale umano esercita nelle disuguaglianze sociali all’interno del paese Italia. Inoltre, analizzerà, dal punto di vista economico, il fenomeno della mobilità sociale all’interno della nazione, evidenziandone le differenze tra le varie macroaree, le cause di tale differenze e le conseguenze che determinano in termini di sviluppo omogeneo del paese. L’Italia è, infatti, un paese in cui sono presenti due macroaree che crescono a velocità molto differenti, acuendo il divario tra Nord e Sud. Un divario che ha radici lontane, ma che politiche sbagliate ancora non sono state in grado di eliminare e,

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Economia

Autore: Nicola Parrinello Contatta »

Composta da 91 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 3265 click dal 10/04/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.