Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

"Sin calco ni copia": Lineamenti di Estetica in José Carlos Mariátegui.

Analisi storica e estetica sulla figura del pensatore peruviano José Carlos Mariátegui, considerato come il primo marxista dell'America Latina. Il lavoro cerca di tracciare nuove coordinate interpretative per le concezioni in materia di critica d'arte, cercando di superare le visioni ideologiche tipiche della precedente critica militante, e di organizzare il pensiero estetico di Mariátegui secondo uno schema per cinque aree tematiche. Queste saranno le principali innovazioni che il pensatore peruviano porterà allo sviluppo di una letteratura e di un'arte progressista nell'America Latina.

Mostra/Nascondi contenuto.
Questo lavoro di ricerca nasce con un obbiettivo ambizioso e di lunga durata; solo il tempo, e la prosecuzione degli studi, potranno dire sarò in grado di portarlo avanti con spirito critico e obbiettività. Il progetto originario prevedeva di analizzare l'arte rivoluzionaria cosiddetta bassa nel contesto dei principali movimenti rivoluzionari del continente Sudamericano. E, sebbene vi fosse alla base un'intelaiatura che reggeva tutto il processo argomentativo e su cui si sarebbe dovuto impiantare la mia ricerca estetica, il lavoro di verifica preliminare fatto con il docente relatore, prof. Giovanni Matteucci, ha rilevato, in diversi punti, problemi di indeterminatezza del campo di indagine, e di nebulosità sia nei fini che nei mezzi. Non si poteva quindi affrontare in maniera grossolana un lavoro che, seppur buono nelle premesse, rischiava di essere schiacciato per ampiezza e complessità; si è deciso quindi di delimitare ulteriormente l'ambito di ricerca ad un confronto fra le modalità di produzione artistica e di elaborazione estetica rivoluzionaria nel secolo scorso. I poli della contrapposizione sarebbero stati tutto il mondo dell'ortodossia marxista legato all'Unione Sovietica – passando quindi per le avanguardie russe ed europee, e occidentali in genere – da un lato, e dall'altro le vie originali o alternative di produzione e elaborazione teorica proprie del continente latinoamericano. Se differenze ci sono state fra questi due mondi – com'è nella mia opinione - si sarebbe trattato allora di analizzarli criticamente e porli a confronto, evidenziandone punti di contatto e divergenze, e cercando le cause nel modo più onesto e obbiettivo possibile. Questa seconda proposta però ha ceduto il passo al fattore tempo, che purtroppo incide in maniera determinante nella stesura di una tesi di laurea magistrale. La volontà di continuare il progetto generale, ossia quello di indagare la popular culture e la popular art all'interno delle rivoluzioni latinoamericane del XX secolo per elaborare un filo comune di appartenenza e di capacità di comprensione dei fenomeni estetici in Sudamerica, non poteva quindi coesistere con lo spazio e con il tempo di redazione del lavoro di tesi. 9 INTRODUZIONE

Tesi di Laurea Magistrale

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Paolo Delogu Contatta »

Composta da 131 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 391 click dal 13/04/2012.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.