Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il trading online in Italia: le leve competitive

L'obiettivo di questa tesi è l'individuazione dei fattori strategici utilizzati da chi si pone come fornitore del servizio di trading online in Italia. Attraverso un'attenta analisi dell'impatto di Internet sul settore bancario in generale, e sul servizio della negoziazione dei valori mobiliari in particolare, si evidenzia come cambiano value proposition delle istituzioni finanziarie e comportamento della clientela. Viene fatta un'indagine sulle proposte dei principali operatori italiani che, alla ricerca di un ampliamento del mercato dopo la fase iniziale particolarmente rivolta agli investitori indipendenti, si trovano di fronte profondi mutamenti derivanti dall'introduzione di Internet. Questa tecnologia può essere identificata come "disruptive", ossia modifica i tradizionali modelli di business, e crea l'esigenza di nuove competenze, dando la possibilità a nuovi attori, dotati di maggiore flessibilità di quelli già esistenti, di entrare nel mercato. Inoltre si identificano nuovi ruoli nell'ottica di soddisfare esigenze particolari e creare valore per il cliente. Verrà a questo scopo studiato il caso TradingLab.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La volontà di presentare questo tipo di tesi nasce da un particolare interesse per la realtà di Internet che mi ha permesso di capire e conoscere le potenzialità che tale strumento ha se lo si considera come nuova modalità per svolgere le funzioni aziendali. Le recenti innovazioni, l’esplosione del trading online, e più in generale della finanza sulla rete, fanno sì che quello che solo due anni fa in Italia appariva come un tema di frontiera sia oggi un argomento che è al centro dell’interesse degli operatori, delle autorità e, più in generale dell’intera società. Il miglioramento delle infrastrutture fisiche, del software, dei protocolli e delle interfacce è stato tale da rendere possibili modalità di interazione che qualche anno fa sembravano difficilmente realizzabili. Il dubbio relativo alla disponibilità della domanda a utilizzare i servizi online è stato completamente superato; oggi ci non si chiede più se possa esserci lo spazio di mercato per promuovere questa nuova modalità di interazione con la clientela, ma solo a quale velocità accadrà tutto questo, in quali campi e per quale tipo di cliente ciò avverrà più rapidamente. Le nuove tecnologie hanno imposto agli intermediari finanziari tradizionali di ridefinire la propria struttura operativa aprendo la strada a un nuovo modo di fare banca. I modelli distributivi tipici vengono profondamente condizionati dalla possibilità di proporre servizi finanziari online e la banca virtuale si configura come un’esigenza ai diversi fattori di cambiamento. Sono nati nuovi prodotti, nuovi mercati, nuovi operatori: Internet si è rivelato una dimensione del mercato innovativa, e non soltanto un canale di comunicazione moderno, generando regole competitive del tutto diverse da quelle tradizionali e determinando l’entrata in scena di attori che hanno una matrice, economics, cultura, modelli manageriali e organizzativi che non si conoscevano prima. È necessario un periodo nel quale chi è attivo sul media sia in grado di proporre nuovi strumenti per sfruttare appieno le possibilità del mezzo, e allo stesso tempo l’utente possa conoscerne l’esistenza e apprenderne il funzionamento. Gli sviluppi della finanza online sono stati eccezionali, e i servizi di investimento hanno rappresentato il locomotore del cambiamento. Le problematiche di riservatezza, sicurezza, il fabbisogno di consulenza, facevano pensare che quest’area fosse meno suscettibile di migrare online, e invece oggi non vi è dubbio che siano proprio i servizi

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Francesco Saverio Remoli Contatta »

Composta da 165 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2942 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 9 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.