Skip to content

Le torri costiere siciliane: il triangolo difensivo di Capo Peloro - Conservazione e ipotesi di fruizione

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Arena
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Messina
  Facoltà: Ingegneria
  Corso: Ingegneria Edile per il Recupero
  Relatore: Fabio Todesco
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 164

La tesi verte sullo studio dei tre manufatti militari storici dell'area di Capo Peloro, a nord di Messina, definendone le modalità di recupero e di potenziale fruizione.
Partendo da un excursus preliminare che prende in considerazione il sistema difensivo costiero storico della Sicilia, con un occhio particolare su Messina, si è focalizzata l'attenzione su Capo Peloro, sito di storica importanza logistica e strategica.
Il tutto è supportato da un notevole contributo bibliografico, archivistico e fotografico.
La finalità della tesi è quella di ricercare spunti e idee sulle tre costruzioni in esame che siano da input per un vero e proprio rilancio in chiave sociale e turistica dell'intero contesto di Capo Peloro, contesto dotato di grandi risorse e potenzialità ma non ancora pienamente valorizzato.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione La Sicilia, al centro del Mediterraneo, ha una morfologia piuttosto complessa e irregolare: il territorio è per quasi due terzi collinare e per circa un quarto montuoso e le pianure sono perlopiù situate lungo i litorali. Il paesaggio costiero si presenta piuttosto variegato, con alternanza di tratti bassi, sabbiosi e ciottolosi, e tratti a costa alta e frastagliata; esso però non è soltanto il risultato di secolari processi naturali ma anche antropici, con la presenza di segni architettonici e infrastrutturali di notevole rilievo. La geografia dei luoghi marittimi era nota solamente ai pescatori e ai naviganti, tanto che le prime rappresentazioni in disegno, i portolani medievali o le carte di navigazione delineavano gli aspetti essenziali del paesaggio a loro utili, cioè gli scali e gli approdi, la presenza di acqua dolce, l’emergenza di scogli, isolotti e capi, i venti dominanti, la profondità delle acque e le maree. La necessità da parte dell’uomo di trasmettere a distanza informazioni, notizie o decisioni, si tradusse nei secoli in sistemi originali i quali, a seconda del mezzo adoperato e dell’effetto ottenuto, potevano distinguersi in acustici ed ottici: i primi risultavano ideali in luoghi intricati e in condizioni di scarsa visibilità, i secondi in luoghi dalle notevoli distanze e in condizioni di visibilità ottimale. In Sicilia, ai primi fortilizi sparsi seguiranno veri e propri progetti organici di difesa costiera, consistenti nell’edificazione di opere contigue che avevano il fondamentale compito di proteggere l’isola dagli attacchi dei corsari turchi e barbareschi provenienti dal mare. Le numerose torri presenti nel paesaggio siciliano, oggi fagocitate nei centri abitati o arretrate rispetto alla linea di costa o solitarie su cime e promontori, degradate o modificate nel tempo, sono spesso non databili o non riconoscibili stilisticamente e per questo soprannominate “saracene”, non in riferimento“a chi” le aveva fatte erigere, ma “contro chi” erano state erette.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

recupero
sicilia
messina
difesa
riqualificazione
fruizione
rilievo metrico
torri costiere
capo peloro
torre faro
ganzirri
torre mazzone
torre cariddi
forte degli inglesi
lanterna del faro
rilievo dei materiali
rilievo dei degradi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi